La torta dell'angelo, ecco la ricetta del dolce light americano

La torta dell'angelo o angel cake è una ciambella soffice e leggerissima, senza grassi, che fa parte della tradizione della cucina americana.


La torta dell’angelo o angel cake è un dolce leggero e sofficissimo di origine americana, una torta particolare che non contiene grassi e si può utilizzare come base, si può farcire e decorare e anche accompagnare con delle glasse o con la panna, ma anche gustare con un po’ di frutta fresca. L’angel cake si dovrebbe preparare in uno stampo apposito con il fondo apribile, il prezzo su internet si aggira intorno ai 20,00 euro, potete però anche usare due stampi per ciambelle o magari quello di carta del panettone. Il non avere lo stampo giusto non ci deve impedire dal provare questo dolce.
Ingredienti

  • 200 gr di farina
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 180 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di semini di vaniglia o due di estratto naturale
  • 1 cucchiaio di liquore (facoltativo)

Preparazione
Setacciate più volte la farina insieme al lievito in modo da assicurarsi che non ci siano dei grumi. Prendete la planetaria o le fruste elettriche e mettete dentro gli albumi a temperatura ambiente, montateli a lungo fino ad averli soffici come la neve, poi incorporate lo zucchero e continuate a montare.

Aggiungete la farina poca per volta a cucchiai aggiungendoli man mano quelli precedenti sono stati assorbiti dall’impasto. Mettete la vaniglia e infine, se volete, un cucchiaio di liquore, potete mettere un limoncello o magari un liquore all’amaretto, scegliete voi in base ai vostri gusti.

Imburrate la teglia e poi rivestitela con la carta da forno, bene e da tutti i lati in modo che il dolce non si attacchi sul fondo. Versate il composto nello stampo, livellate la superficie con il dorso di un cucchiaio bagnato e cuocete la vostra angel cake in forno preriscaldato a 180°C per un’ora. Prima di sfornare la torta fate la prova dello stecchino.

Fate raffreddare la torta e poi estraetela delicatamente dallo stampo, basterà tirare (piano piano) la carta da forno.

Foto | da Flickr di sackton

  • shares
  • Mail