La ricetta del Colcannon, piatto tradizionale irlandese di Halloween

Non è bello a vedersi, ha un odore forte ma è uno dei piatti più apprezzati dagli irlandesi. Da mangiare quando? Sempre, ma in particolare per la cena di Halloween, seguendo una tradizione antica.

Poi non dite che Pinkblog non si prodiga per arricchire il vostro bagaglio culinario con sempre nuove ricette. Lo ammettiamo, magari non tutte adatte ad ogni occasione. Come in questo caso, dato che abbiamo deciso di proporvi un piatto un po' particolare di tradizione irlandese chiamato Colcannon. È vegetariano, ha storia antica e, sebbene nella sua terra natia sia buono sempre, chi ama festeggiare Halloween seguendo la tradizione, non ne può fare a meno soprattutto in questa occasione.

Come mai? Era credenza popolare che gli spiritelli in giro fra le dimore degli umani nella notte di Ognissanti si volessero cibare con qualcosa di caldo e sostanzioso. E in effetti il Colcannon è un piatto tipico della cucina contadina del Nord Europa che ristora dal freddo autunnale e che soddisfa anche i fantasmi vegetariani, in quanto non contiene né carne né pesce.

Ma allora, di cosa è fatto? Gli ingredienti per farlo sono: 400gr di cavolo cappuccio o cavolo nero, 700gr di patate lessate, 2 porri tritati, 1 tazza di latte intero, mezza tazza di burro fuso, sale e pepe quanto basta.

Bollite il cavolo in acqua leggermente salata fino a che non diventa tenero, dopo di che scolate, tritate e mettete da parte. Schiacciate le patate in una ciotola con il retro di una forchetta o con lo schiacciapatate riducendole a purea, aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e mettete anche questo da parte.

Accendete il fuoco e portate il latte a bollore in una casseruola media, dopo di che aggiungete i porri tritati e cuocete a fuoco lento per qualche minuto. Poi versate il composto ancora caldo sulla purea di patate, mescolate bene e in ultimo aggiungete il cavolo tritato e amalgamatelo al resto. Ora trasferite in una terrina capiente e praticate un foro al centro del Colcannon.

L'ultimo passaggio è versarci all'interno il burro fuso: ogni boccone andrà infatti immerso qui dentro prima di essere assaporato. Certo l'odore è un po' forte e il sapore può non piacere a tutti, però se vogliamo provare un primo piatto alternativo l'occasione del 31 ottobre ci sembra assai propizia. E se il sapore non ci piace nessun problema, lasciamo che siano streghe e spiriti a mangiarlo. A detta degli irlandesi i signori del soprannaturale ne andrebbero pazzi...!

Foto | da Pinterest di Kathleen Ahern Bonfa

  • shares
  • Mail