Saldi online: la mini guida per risparmiare anche su internet

I saldi ai giorni nostri non sono solo fisici. Lo shopping online ha infatti una grossa fetta di fan che rinunciano a provare gli articoli in camerino acquistando a scatola quasi chiusa da internet. Vediamo come risparmiare davvero sul web senza farci beffare.

Saldi, saldi, saldi! Mai come in tempi di crisi questa magica parola fa tirare un piccolo sospiro di sollievo: i prezzi di oggettistica, abbigliamento e persino elettronica si abbassano in media del 30% consentendoci di fare acquisti necessari o di farci un piccolo regalo superfluo più a cuor leggero. Si, ma se non avessimo tempo e/o voglia di sgomitare per le vie del centro città alla ricerca dell'affare perfetto? Si spalanchino le piazze virtuali della rete! E per non fare errori ecco la mini guida di Pinkblog per essere certe di risparmiare davvero.

Facciamo una premessa doverosa: se avete detto no allo stress del parcheggio e alla boxe thailandese senza esclusione di colpi per accaparrarvi l'ultima t-shirt scontata sappiate che Ran è dalla vostra parte. I Saldi, bellissimi in quanto tali, rivelano però la parte peggiore di noi e tirano fuori quell'aggressività da Hooligan anche in soggetti che normalmente hanno un atteggiamento pacifico e sereno. Perciò ben vengano le promo online che ci consentono di fare peace-shopping alle due di notte, non depilate, vestite col pigiama di flanella e col gatto acciambellato addosso. Si, purché sia shopping oculato però.

La rete, ahinoi, talvolta riserva qualche insidia e qualche brutta sorpresa. Perciò la prima regola è ricordarsi che un prezzo basso non è tutto. Se abbiamo in mente un oggetto del desiderio è sempre bene fare una ricerca globale per crearci una sorta di grafico dei prezzi online per questo item. Se ad esempio abbiamo messo gli occhi su una pochette firmata il cui costo varia dalle 80 alle 100 euro, difficilmente un sito che la vende a 20 euro potrà darvi le garanzie che cercate.

Magari si tratta di un sito truffaldino che smercia prodotti non originali (e in questo caso siate pur certe che ciò che vi arriverà a casa sarà ben diverso da ciò che immaginate), oppure la pochette non è nuova ma già usata, o ancora si tratta di un articolo nuovo ma con difetti di fabbrica. Poi magari siete molto fortunate e siete incappate in una eccezionale svendita, tuttavia prima di acquistare leggete bene tutte le specifiche del prodotto ma soprattutto informatevi sul venditore: online potete trovare dei forum interamente dedicati all'argomento su cui leggere le esperienze degli altri utenti proprio sullo shopping in rete. Con un po' di pazienza troverete certamente info utili sul sito da cui volete acquistare.

Ricordate anche che in rete ci sono più modalità per comperare, queste le principali: le aste (es. quelle di eBay), l'acquisto diretto (questo implica che chi eroga il servizio di vendita abbia la merce in magazzino), l'acquisto tramite intermediario (un esempio sono i siti tipo Saldiprivati, BuyVip, Shoowromprivè che attivano delle promo mettendo in vendita prodotti di partner commerciali: la merce non è nei loro magazzini ma viene inviata solo dopo la chiusura di una vendita).

L'asta è certamente uno dei metodi più ghiotti per fare un buon affare, però ha anche molti lati negativi. Il primis, dovete essere certi che il venditore sia affidabile (e in questo caso vi basta vedere i feedback dati dagli altri utenti); dovete tenere sotto controllo l'oggetto in modo da non farvelo soffiare da altri utenti; quando partecipate ad un'asta date tacitamente garanzia di acquisto dell'oggetto qualora ve lo aggiudichiate. I ripensamenti in genere valgono un giudizio negativo ai vostri danni rendendovi più difficili gli acquisti futuri sulla stessa piattaforma.

Per quanto riguarda l'acquisto diretto va detto che è il metodo più simile al classico acquisto in negozio. Scegliete la merce che vi piace sul sito, la mettete nel carrello virtuale, la pagate ed è vostra. Salvo poi dover attendere i tempi tecnici per la spedizione prima di entrarne effettivamente in possesso. Punto dolente: se comprate da siti stranieri tali tempi tecnici possono dilatarsi e le spese di spedizione aumentare, specie se si tratta di compere intercontinentali che risentono anche dei costi di dogana. Spesso un salasso!

In generale quando acquistate direttamente l'unica cura che dovete avere è accertarvi che il sito sia affidabile, che offra le condizioni di pagamento a voi più consone (paypal, carta prepagata, contrassegno, etc...), che abbia una buona politica di ritorno della merce se non vi soddisfa, che sia effettivamente conveniente rispetto ad un acquisto da negozio: molto spesso la spesa non vale l'impresa in quanto tempi e costi di spedizione rendono meno appetibile un prodotto, nonostante le offerte.

L'acquisto di merce attraverso intermediari è infine la soluzione più comoda, anche se bisogna tenere d'occhio ogni vendita in quanto è a tempo determinato (solitamente 5-7 giorni). Siti come i già citati Saldiprivati o BuyVip offrono una sezione Saldi con vendite cumulative (es. scarpe o accessori di più marche) e maggiore convenienza nelle spese di spedizione. In questo periodo vale la pena tenere sotto controllo le newsletter in modo da sapere sempre le promozioni più ghiotte di cui usufruire, non disdegnando tuttavia anche un controllino dei prezzi nei negozi fisici della propria città.

Anche se a notte fonda vale la pena dare un'occhiata alle vetrine: detestabile farsi il sangue amaro constatando che uno stesso paio di jeans potevamo pagarlo meno nello shop vicino casa. Poi per l'acquisto, se proprio non ci va di impelagarci nella folla possiamo sempre dare mandato ad un'amica. Posto poi di ricompensare il suo sacrificio con un pomeriggio di chiacchiere e cioccolata calda.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: