Quali tessuti sono da lavare a secco: come leggere le etichette correttamente

Come fare per poter lavare a secco i propri capi di abbigliamento? Innanzitutto bisogna sapere leggere con attenzione le etichette dei vestiti, per capire quali necessitano un sistema di lavaggio di questo tipo e quali invece no.

lavare a secco

Lavare a secco i capi di abbigliamento che lo richiedono è davvero molto importante, per questo è bene sapere leggere con cura le etichette dei vestiti, per capire quali necessitano un lavaggio a secco e quali invece no. Scopriamo insieme che cosa si intende per "lavaggio a secco".

Lavare a secco significa pulire capi di abbigliamento o tessuti utilizzando un particolare solvente e non utilizzando per nessuna ragione al mondo l'acqua. Di solito è un lavaggio che viene effettuato in lavanderia, con lavatrici speciali che permettono di lavare utilizzando i solventi, che smacchiano e sgrassano senza che intervenga l'acqua.

Di solito il lavaggio a secco è previsto per capi di abbigliamento in lana o in seta: l'etichetta riporta chiaramente la dicitura del particolare tipo di procedimento per il lavaggio oppure il simbolo di una vaschetta con acqua e una linea sopra, che indica l'impossibilità di lavare in acqua il capo. Se le macchie sono poche, potete anche procedere a casa, acquistando i kit di lavaggio a secco, ma se è tutto il capo a dover essere lavato è meglio portarlo presso la vostra lavanderia di fiducia.

Seguite con cura le indicazioni riportate sul kit per la detersione a secco, non improvvisando: e se il capo è davvero molto prezioso o costoso, allora la lavanderia è la soluzione migliore, soprattutto se è la prima volta che utilizzate questo procedimento.

Foto | da Flickr di mag3737

  • shares
  • Mail