Come lavare le fragole per non rovinarle

Prima di assaporare le fragole, tra i frutti più sfiziosi e leggeri, ecco come lavarle senza rovinarle.

come-lavare-fragole Volete fare una buon frullato o decorare la torta con le fragole? La voglia di fragole inizia a maggio e termina, per forza di cose (il periodo in cui si trovavano sui banchi della frutta sono maggio-giugno) alla fine di giugno.

Ma prima di preparare il dolce o prima di assaporarle condite con limone o guarnite con la panna, é necessario lavarle con attenzione per eliminare ogni residuo di terriccio. Ecco come fare per non rovinarle.

Volete fare le cose per benino? I simpatici frutti dai grandi benefici coltivabili anche sul balcone di casa, devono essere lavati mettendoli in un recipiente pieno di acqua e facendo scorrere un filo d'acqua dal rubinetto. Poi scuotere un po' il recipiente senza strofinarle, altrimenti si rovineranno. Una raccomandazione: non togliere il picciolo prima di lavarle altrimenti assorbiranno tutta l'acqua e diveranno spugnose e immangiabili.

Aggiungete un cucchiaio di bicarbonato per disinfettarle e poi scolatele con un colino da brodo o una scolapasta. Infine tamponarle con carta assorbente con molta delicatezza. A quel punto non resta che tagliarle e gustarle. E magari intagliarle a forma di rosa o di cuore per un spuntino tra innamorati a San Valentino o per una cenetta tra amiche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail