Come si fa il lievito madre, la ricetta per farlo in casa

Il lievito madre o pasta madre è un tipo di lievito naturale, che si può utilizzare praticamente all'infinito: basta rinfrescare al meglio la pasta e utilizzarla almeno ogni due giorni per i nostri impasti che devono lievitare.

Come si fa il lievito madre? Si tratta di un lievito naturale, che può durare praticamente all'infinito, se realizzato e rinfrescato almeno ogni due giorni, anche se non lo si utilizza. Realizzarlo non è difficile, ma bisogna fare molta attenzione alle prime fasi, per evitare la formazione di muffe all'interno della pasta madre.

Il lievito così creato può tornarci utile in moltissime ricette: buonissima e leggerissima, ad esempio, la pizza realizzata con il lievito madre, che ci garantisce una digeribilità maggiore rispetto a quella preparata con il lievito di birra. Ma con il lievito madre possiamo anche preparare il pane fresco ogni giorno, portando in tavola un prodotto sicuramente genuino e più economico di quello che troviamo normalmente in vendita.

Ecco come si fa il lievito madre!

Come si fa il lievito madre

Gli ingredienti per realizzare il lievito madre sono pochi ed essenziali: avremo bisogno di 200 grammi di farina, 10 cl di acqua, 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva, 1 cucchiaio di miele. E adesso andiamo a vedere come si fa il lievito madre.

Impastate insieme tutti gli ingredienti, per ottenere un composto omogeneo, che dovrà riposare coperto a 22 gradi. Ogni giorno controllate l'impasto: dopo tre giorni dovrebbe formare delle bolle e aumentare il suo volume. Se non lo fa, ricominciate tutto da capo e buttate via questo impasto che probabilmente sta creando delle muffe.

Quando il lievito madre sarà abbastanza fermentato, dovrete rinfrescarlo aggiungendo in proporzione acqua e farina: fatelo per due o tre volte almeno prima di usare il lievito madre in qualche ricetta. Dopodiché, ogni volta che vorrete utilizzarlo, rinfrescatelo con acqua e farina e comunque non aspettate mai più di due giorni per rinfrescarlo.

Via | Gustoblog

Foto | da Flickr di lo9883

  • shares
  • Mail