Il dessert light al limone per chi segue una dieta ipocalorica

Chi segue una dieta dimagrante spesso combatte con le calorie degli alimenti. Ma se si scelgono prodotti giusti ci si può concedere anche i dolci. E per questo vi suggeriamo il dessert al limone light, per peccati di gola senza rimorsi.

Spesso si è portati a credere che durante una dieta ipocalorica siano banditi dalla tavola tutti i cibi più graditi al palato. In verità, con il benestare del nutrizionista, sono spesso concessi dei piccoli peccati di gola da consumare una tantum purché leggeri. Ecco perché oggi vi suggeriamo un dessert al limone light fatto apposta per chi non può strafare. E vi diciamo da subito che la ricetta ha un ingrediente decisamente inatteso al suo interno, ma che è anche molto salutare!

Per due porzioni di prodotto ci serviranno: 350gr di cavolfiore tritato grossolanamente, 250gr di latte di mandorla non zuccherato, 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiaini di estratto di vaniglia puro, mezzo bicchiere di succo di limone spremuto fresco, la scorza di un limone grande grattugiata finemente.

Dessert_limone_light

Come potete notare il latte, la panna o le uova non sono presenti in questa ricetta in quanto queste proteine animali sono principalmente le responsabili dell'apporto alto di lipidi e calorie dei classici dolci. Eliminandole dalla lista e sostituendole con prodotti vegetali si riduce drasticamente il peso calorico di ogni dessert, come in questo caso.

Mettete il cavolfiore, la scorza di limone, lo zucchero e l'estratto di vaniglia in una pentola di grandi dimensioni portando ad ebollizione a fuoco medio-alto senza coprire. Quando il liquido avrà iniziato a bollire riducete la fiamma gradualmente e cuocete coperto per 5-7 minuti fino a che il cavolfiore non si sarà ammorbidito del tutto.

A questo punto togliete dal fuoco, aggiungete il succo di limone e travasate il composto nel mixer da cucina, frullando a impulsi per qualche minuto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Travasate in una terrina per far freddare il tutto a temperatura ambiente, poi versate nelle coppette e riponete in frigorifero per almeno 18 ore a rassettare.

E ora la parte bella: rispetto ad un classico budino al limone che può arrivare a pesare oltre 350 calorie a porzione, questa variante light pesa meno di 130Kcal. In più la ricetta è totalmente vegana e quindi va benissimo anche per chi non assume proteine animali per scelta o è intollerante ai latticini. Se poi vogliamo un po' variare peccato di gola, ricordiamoci che c'è sempre il frullatone leggero al sapor di nocciola, un altro goloso dessert davvero irresistibile e senza sensi di colpa.

Via | SkinnyTaste
Foto | da Flickr di French Tart

  • shares
  • Mail