La dermatite seborroica del neonato: sintomi, cause e cure

La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria della pelle che può insorgere anche nei neonati con la formazione di crosticine untuose. Vediamo le cause e i rimedi

Anche nota popolarmente come "crosta lattea", la dermatite seborroica del neonato è, in realtà, una malattia della pelle molto comune, che in genere scompare con la crescita.

In alcuni casi, però, può lasciare strascichi, nel senso che il bambino, anche da adulto, sarà caratterizzato da una cute atopica, più soggetta a patologie cutanee come psoriasi ed eczemi. I primi sintomi della dermatite seborroica sono la comparsa di crosticine nelle zone più ricche di ghiandole sebacee, come il cuoio capelluto, ma anche il viso, le manine, l'inguine, dietro le orecchie.
FRANCE-HEALTH-INFANT

Le crosticine appaiono giallastre e untuose che, però, a differenza dell'analoga patologia nell'adulto, non provocano prurito nel bambino. Le cause di questo disturbo non sono del tutto chiare. Tra queste potrebbe esserci la proliferazione di un fungo della pelle, chiamato Malassezia, ma anche una carenza di acidi grassi essenziali e di biotina, o anche, in alcuni casi, un'intolleranza reversibile al lattosio.

In ogni caso la dermatite seborroica del neonato è benigna, non crea grandi problemi e si supera anche grazie ad alcune norme igieniche e trattamenti naturali. Ad esempio, mai fare il bagnetto con il bagnoschiuma tutti i giorni. Il detergente, rigorosamente naturale e delicatissimo, si userà due-tre volte a settimana, mentre negli altri giorni basterà lavare il bimbo con l'acqua in cui avrete disciolto amido di mais o di riso.

Le crosticine vanno rimosse delicatamente usando oli vegetali come l'olio d'oliva, di riso, di borragine, di mandorle dolci, di calendula. Per una maggior efficaci si lascia agire l'olio per alcuni minuti, anche 15, e poi si deterge la pelle con uno shampoo per bambini specifico per la dermatite, o con un detergente a base di amido di riso.

E' imporrante, dopo il lavaggio, asciugare molto bene la pelle del bambino e rimuovere il grasso in eccesso dalla cute. E' utile anche massaggiare il cuoio capelluto del bambino con una spazzola con setole morbide che portino via i residui delle crosticine desquamate. In genere questa patologia si risolve nel giro di pochi mesi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail