Crampi addominali e diarrea: le cause e le cure più efficaci

Crampi addominali accompagnati da episodi di diarrea possono avere molte cause. Vediamo le principali e come affrontare questo fastidioso disturbo intestinale

Quando avvertiamo all'improvviso forti crampi addominali seguiti da scariche di diarrea e magari accompagnate da nausea e vomito, nove volte su 10 significa che ci siamo prese una bella influenza intestinale. Sono infatti i sintomi di una intossicazione alimentare o di una gastroenterite virale.

Nel primo caso il "responsabile" del nostro malessere è qualche cibo non proprio fresco, infettato da batteri (spesso colibatteri come l'Escherichia coli), che provoca una reazione di "rigetto" nel nostro corpo. Nel secondo caso, invece, il colpevole è un virus - in genere della famiglia degli entervirus - che colpisce proprio a livello intestinale.
Crampi-addominali-e-diarrea

Queste patologie sono benigne, non necessitano di cure particolari e guariscono da sole dopo qualche giorno di riposo e una dieta liquida per reidratare il corpo. Talvolta non si presenta neppure la febbre. Se, però, i sintomi fossero molto violenti, con continue scariche dissenteriche e febbre molto alta, allora l'infezione potrebbe essere più seria ed è il caso di chiamare il medico o i soccorsi. Sintomi come i crampi addominali, gonfiore e diarrea, magari alternata a periodi di stitichezza, possono però avare ben altre cause.

Se la sintomatologia è cronica, all'origine potrebbe esserci una intolleranza alimentare non riconosciuta, prima tra tutte la celiachia, o intolleranza permanente al glutine, ma anche a qualunque altra sostanza, incluso il nichel che è presente in molti alimenti. Per individuare l'allergene che ci provoca il malessere è necessario effettuare delle indagini gastro ed enteroscopiche (come gastroscopia e colonscopia), e naturalmente dei test allergologici.

Le donne che soffrono di endometriosi, una delle più invalidanti e dolorose malattie ginecologiche, hanno spesso sintomi di corollario come dolori addominali e diarrea, perché il tessuto endometriale può persino arrivare fino al colon creando delle aderenze che provocano infiammazione. Le malattie infiammatorie dell'intestino, come il morbo di Crohn e la colite (sia nervosa che ulcerosa), ma anche i polipi intestinali e i diverticoli, danno ugualmente disturbi enterici tra cui la diarrea e i crampi alla pancia.

Per la diagnosi e la cura di queste patologie è bene rivolgersi al gastroenterologo, che proscriverà anche una dieta sfiammante ideale per attenuare i sintomi. in linea generale bere molta acqua, limitare i cibi troppo grassi, i latticini ad eccezione dello yogurt e gli zuccheri (bevande alcoliche incluse), tutta la frutta e le verdura acide e i prodotti conservati e gli insaccati, è già un primo passo per stare meglio.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail