La dieta contro la stitichezza, ecco i cibi da evitare

Per combattere la stitichezza bisogna mangiare cibi ricchi di fibre e bere molta acqua. Quali sono, invece, gli alimenti da evitare?


Soffrire di stitichezza significa non riuscire ad eliminare le feci, ovvero i residui di scarto della nostra alimentazione, almeno (ma è il minimo sindacale) una volta ogni tre giorni. L'ideale, naturalmente, sarebbe quello di evacuare una volta al giorno, se non due.

Andare "di corpo" 1-2 volte a settimana, però, è diventato piuttosto comune ai nostri giorni, una condizione che avrebbe fatto letteralmente inorridire i nostri nonni.

Sarà che viviamo sempre di corsa, che non facciamo mai abbastanza moto (soprattutto all'aria aperta), e che mangiamo al volo cibi non adatti a stimolare l'intestino, ma sembra proprio che a questa importante funzione fisiologica non si voglia più dedicare il tempo e la calma necessari. Ecco che, allora, l'evacuazione diventa difficoltosa, il colon si irrita e si infiamma, tutto il nostro apparato digerente comincia a soffrire e a darci problemi. Una delle cause principali della stitichezza, è, senza dubbio, l'alimentazione.

Non solo la qualità dei cibi che ingeriamo quotidianamente, ma anche il modo in cui li ingeriamo. Infatti l'abitudine a mangiare in fretta, assumendo poca acqua (che invece facilita la digestione e ammorbidisce le feci) e magari a consumare i nostri pasti mentre facciamo altro (lavorare al pc, parlare al telefono, guardare la tv eccetera), non aiutano certo i nostri organi digerenti a compiere il loro lavoro.

La peristalsi intestinale viene invece favorita da una buona masticazione dei bocconi, che richiede tempo e concentrazione, e naturalmente dal moto, che può essere una semplice camminata o degli esercizi ginnici da compiere tutti i giorni, con regolarità. Per quanto riguarda i cibi, invece, la funzionalità intestinale viene favorita da tutto ciò che contenga fibre, che sono quelle parti dell'alimento che il corpo non digerisce, ma che confluiscono direttamente nelle feci ripulendo la mucosa intestinale e stimolandone la motilità.

Vediamo, però, quali sono i cibi poveri di fibre o "astringenti"che al contrario possono contribuire ad "impigrire l'intestino" favorendo la stipsi:


  • La carne rossa e la carne conservata (inclusi salumi e affettati)
  • Il riso bianco
  • Le creme dolci, le mousse, i dolci al cucchiaio
  • I gelati
  • Le banane acerbe (mentre quelle ben mature hanno azione lassativa)
  • Il succo di limone
  • I formaggi, soprattutto quelli stagionati e piccanti
  • Le bevande alcoliche
  • Le bibite gassate e zuccherate
  • La pasta bianca (quella integrale, invece, aiuta)
  • Il pane bianco e la pizza
  • I biscotti secchi

  • Le torte e i dolci da forno
  • Le uova

Questi cibi non si devono eliminare del tutto, ma semplicemente limitare e abbinare ad altri alimenti ricchi di fibre o dotati di naturale effetto lassativo, come la frutta e la verdura, lo yogurt, l'olio extravergine d'oliva, i cereali integrali, e soprattutto i liquidi, come l'acqua e gli infusi di erbe tra cui malva, camomilla e tarassaco.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail