The Sun mantiene la terza pagina, la svolta puritana era solo una... bufala

Il Sun senza la sua "storica" terza pagina con modelle seminude? Mai sia, la bufala della "svolta" puritana voluta da Murdoch è servita...

Aggiornamento del 22/01/2015
Ci eravamo bellamente cascati tutti alla "bufala" della terza pagina del Sun che dopo 44 anni sarebbe apparsa per la prima volta senza giovani seni femminili in bella vista. Avevamo creduto alla notizia diffusa in anteprima dal quotidiano Times e quindi rimbalzata su tutti i Media del globo, cartacei e non (inclusi noi di Blogo) che voleva la fine di un'epoca, diciamo storica, nella vicenda editoriale del più venduto quotidiano britannico.

La terza pagina del Sun che dal 1970 aveva sempre ospitato modelle o aspiranti tali, rigorosamente sconosciute, che per avere più chance di diventare famose e farsi notare nel mondo dello showbiz si mostravano nude dalla vita in su. Una scelta editoriale criticatissima dai movimenti femministi britannici (e non solo), che hanno sempre sostenuto che proprio quella terza pagina promuoveva un'immagine della donna come mero oggetto sessuale.

The-Sun-Terza-pagina

Nonostante le proteste la cosa era andata avanti, diventando una tradizione consolidata che permetteva ai lettori di sesso maschile del giornale di allietare la vista prima di andare al lavoro al mattino, magari a colazione, tra un uovo strapazzato e una fetta di pane tostato con burro e marmellata. Del resto cosa c'è di meglio che ammirare in modo del tutto innocente un bel seno femminile nella sua florida pienezza per iniziare la giornata di buon umore?

Ebbene, come poteva, il buon Rupert Murdoch, editore del Sun, privare i suoi lettori di questo effimero piacere? Non poteva, e infatti non l'ha fatto. Nel nuovo numero del quotidiano, infatti, in terza pagina campeggiano le foto di una bella biondina in topless, ma soprattutto compare una didascalia divertita intitolata "Chiarimenti e correzioni", che dice:

A seguito delle recenti notizie apparse su altri Media, ci teniamo a precisare che questa è la pagina 3 e questa è una foto di Nicole, 22 anni, di Bournemouth. Vogliamo scusarci a nome dei giornalisti di stampa e tv che hanno trascorso gli ultimi due giorni a parlare e scrivere di noi

Per la gioia dei lettori (maschi) e il disappunto di molte donne e di qualche "bigotto". S'il vous plait.

Via | rainews,it
Foto| via Pinterest
P.P.

The Sun, mai più donne senza veli in terza pagina

20/01/2015
L'editore australiano del Sun, il ben noto anche in Italia Rupert Murdoch, l'aveva promesso: mai più "signorine grandi forme" e senza veli sulla terza pagina del più venduto quotidiano di Gran Bretagna. Promessa mantenuta.

A quanto pare l'ultimo numero del celebre giornale con modelle seminude occhieggianti in quella che nella maggior parte di quotidiani è la pagina della cultura, è uscito nelle edicole venerdì scorso, con buona pace di tutti (e tanti) coloro che acquistavano il Sun per "rifarsi gli occhi". Un numero, evidentemente, destinato a diventare merce per collezionisti.

The-Sun

La battaglia puritana di Murdoch in realtà è tale solo sulla carta, perché l'omologo on-line del Sun continuerà ad esporre le belle forme femminili come se niente fosse, e pur tuttavia questa sorta di piccola rivoluzione va segnalata, perché va ad interrompere una tradizione che durava da 44 anni (ovvero dal 1970) e che era riuscita a sopravvivere agli attacchi delle femministe e ella proteste di tutti coloro che si sentivano "offesi" dalle piccanti immagini delle deliziose fanciulle.

Insomma, un terremoto? Gli inglesi, si sa, sono molto affezionati alle loro abitudini, ma sono anche meno bigotti degli americani, il loro approccio alle questioni di sesso non è certo associato al senso del pudore, semmai al buon gusto. Diciamo che si tratta di un tabù solo apparente, "formale" (del resto ricordate il detto: "Niente sesso siamo inglesi", che peraltro oggi appare quantomai anacronistico)?

Forse per questa ragione il Sun mostrava la sua finestra piccante solo in terza pagina e non in prima, in modo che almeno le apparenze fossero salvate. Murdoch aveva iniziato nel 2014 la sua campagna contro la terza pagina del quotidiano inglese manifestando insofferenza per una tradizione ormai del tutto obsoleta. Poi, nel settembre del 2014, un esplicito tweet in cui rivolgendosi ai lettori abituali della giornale chiedeva: "Volete ancora il topless nella terza pagina del Sun"?

Sebbene molti lettori (maschi, of course) avessero espresso il loro gradimento per la "dose" quotidiana di seni in bella vista, alla fine sembra proprio che la linea editoriale del tycoon australiano abbia prevalso (facile, è il padrone) e che da ora in avanti nella terza pagina del Sun probabilmente i lettori troveranno articoli sulla moda e sullo shopping.

Del resto, avrà pensato Murdoch, con tutti i nudi e seminudi che ormai si vedono ovunque, chi potrebbe acquistare un quotidiano solo per ammirare un bel paio di tette? L'andamento delle vendite del Sun cartaceo saranno la risposta...

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest
Via | The guardian

  • shares
  • Mail