Tradimento, per le scappatelle bisogna avere l’età giusta

Anche per tradire, bisogna avere l’età giusta. Ecco cosa emerge da un sondaggio!

Il tradimento è una questione di età. Che essere fedeli per tutta la vita alla stessa persona sia un impegno non da poco, è un dato di fatto, ma a quanto sembra, vi sono periodi della vita in cui riuscire a non tradire diventa più complicato e difficile. A suggerirlo sarebbe un nuovo sondaggio condotto dal portare Incontri-Extraconiugali.com, sito che accoglie proprio gli infedeli che desiderano avere una scappatella. Esaminando le abitudini di un campione di 1000 uomini e donne di età compresa fra i 30 e i 55 anni, sarebbe infatti emerso che il 48% dei tradimenti avverrebbe fra i 40 e i 45 anni, vale a dire dopo che la coppia si è “sistemata” e quando la persona deve far fronte a diverse responsabilità e desidera quindi evadere dalla realtà in cui vive.

La percentuale dei tradimenti scende al 32% fra i 30 e i 40 anni, età in cui le persone vogliono “sistemarsi”, e non pensano quindi a tradire la propria dolce metà (non per il momento almeno). Infine, il 20% di coloro che tradiscono lo fanno fra i 50 e i 55 anni di età. Si tratta di persone che vedono nella scappatella un piccante momento di libertà ed evasione.

Insomma, a quanto pare, anche quando si parla di tradimento bisogna avere l’età giusta.

via | Incontri-extraconiugali.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail