Trucco minerale per pelle acneica: quali fondotinta usare

Il fondotinta è la base di ogni make-up, ma non tutti i tipi di pelle sopportano bene i comuni prodotti di profumeria. Per chi ha la cute acneica, è bene puntare sul trucco minerale. Ecco come utilizzarlo

Shot of an attractive young woman touching her skin in front of the mirror

Quando si soffre di pelle acneica, il rito del maquillage diventa una necessità ma spesso anche una tortura, in quanto molti dei prodotti da profumeria che si usano normalmente sono anche nemici dei nostri pori. Siliconi e talco sono due fra gli ingredienti più presenti nelle liste INCI dei nostri cosmetici decorativi e sono spesso causa di irritazioni e occlusione della nostra cute.

Per nostra fortuna il trucco minerale e biologico ci aiuta a non scegliere fra una vita senza maquillage e un colorito omogeneo e radioso. Ovviamente senza timore di peggiorare l'acne. Una pelle che respira è infatti una pelle sana e il mineral make-up, a patto che sia puro e abbia tutte le certificazioni del caso, punta proprio a questo, renderci più belle senza compromessi.

Parliamo innanzi tutto di fondotinta minerale, che è la base di ogni maquillage. I normali fondi da profumeria sono normalmente liquidi e quindi ricchi di conservanti per mantenere il prodotto salubre a lungo. In più non mancano additivi viscosizzanti e gelificanti per disinfettare o far sì che il prodotto resti fluido, senza grumi e quindi facilmente applicabile.

Purtroppo questi ingredienti non sempre sono ben tollerati dalle pelli problematiche e chi ha una cute a tendenza acneica vede spesso peggiorato il proprio problema, proprio a seguito dell'utilizzo di tali cosmetici.

Un buon modo per aggirare l'ostacolo è di scegliere un fondotinta minerale in polvere libera, la migliore opzione quando si combatte non solo con i brufoli, ma anche con la pelle grassa e dall'aspetto lucido. L'INCI di questo tipo di prodotti è composto da ossido di zinco, mica e coloranti naturali, solitamente ossidi di ferro.

Molti fondotinta minerali hanno poi il diossido di titanio al loro interno, che offre anche una buona protezione solare anti raggi UVA e UVB, un'ulteriore tutela per ogni tipologia di pelle, ma soprattutto per quella acneica, che si arrossa facilmente con l'esposizione.

Il fondotinta minerale in polvere libera ha poi il vantaggio di assorbire unto e sebo in eccesso, lasciando la cute opacizzata e setosa, soprattutto nella tanto problematica zona T del viso. Le polveri sono poi della dimensione giusta, quella che non occlude i pori e che lascia quindi il nostro musetto respirare anche sotto il trucco.

Per un maggiore confort, possiamo poi decidere di fluidificare il trucco minerale con acqua demineralizzata o crema viso molto leggera, bagnando o mescolando i pigmenti prima dell'applicazione. La nostra pelle acneica ci ringrazierà delle cure e delle attenzioni che le dedichiamo.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail