Rihanna contro Snapchat per la pubblicità offensiva sulla violenza domestica

La violenza sulle donne non è argomento su cui scherzare, parola di Rihanna!

Non sono giorni sereni per Snapchat. Dopo Kylie Jenner che aveva espresso il suo disappunto per il restyling dell’app facendo crollare la borsa, adesso è Rihanna a scagliarsi contro Snapchat per una pubblicità offensiva e maleducata che la vede protagonista. C’è un giochino su Snapchat che si chiama “Would You rather?” che da noi si potrebbe tradurre in “Chi butti giù dalla torre” in cui è apparso il viso della cantante e quello del suo ex fidanzato Chris Brown con su scritto “Preferiresti schiaffeggiare Rihanna o dare un pugno a Chris Brown?”.

Già è offensiva e assurda così, nel caso di Rihanna lo è ancora di più dato che qualche anno fa è stata vittima di violenze domestiche proprio da parte di Chris Brown, il suo fidanzato storico. Una mancanza di rispetto, una superficialità ed una maleducazione che non potevano certo passare inosservate, Rihanna ha espresso tutto il suo disappunto nelle Stories di Instagram dove ha scritto:

“Ora, SNAPCHAT, so che sai già che non sei la mia app preferita là fuori! Ma sto solo cercando di capire qual è l’intento di questo casino! Mi piacerebbe chiamarla ignoranza, ma so che non siete così stupidi! Avete speso denaro per dare vita a qualcosa che avrebbe intenzionalmente coperto di vergogna le vittime della DV (violenza domestica) e ne hai fatto uno scherzo! . . . Vergognatevi. Buttate via l’intera app”.

Rihanna

Snapchat ha rimosso immediatamente le immagini pubblicitarie e si è scusato tramite la CNN e ha dichiarato:

“Quel gioco è stato approvato per errore poichè è in chiara violazione con le nostre linee guida, legate alla pubblicità. Quella pubblicità è disgustosa e non sarebbe dovuta apparire in alcun modo sulla nostra app. Siamo davvero profondamente dispiaciuti per aver commesso l’errore e per aver permesso la pubblicazione”.

Snapchat

La gestione della pubblicità viene fatta tramite una piattaforma pubblicitaria self-service e soggetta a revisione, evidentemente qualcosa è sfuggito o si è peccato di leggerezza, di certo cadute di stile come questa non sono tollerabili.

Scherzare sulla violenza sulle donne è meschino e offensivo, Rihanna è stata brutalmente picchiata nel 2009 quando aveva appena 20 anni, traumi del genere sono difficili da superare e impossibili da dimenticare del tutto.

Voi che ne pensate?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail