Che ne dici di realizzare l’albero genealogico della famiglia con i bambini? Attività sicuramente diversa dal solito, può rappresentare per te l’occasione perfetta per immergerti nei ricordi – anche quelli più imbarazzanti (puoi sempre scegliere di sorvolare, se è il caso – e per loro di andare alla scoperta di legami importanti, quelli con i loro antenati.

Insomma, sarà come una sorta di missione segreta da svolgere quasi come degli investigatori per completare un puzzle i cui pezzi sono i componenti della famiglia (in senso lato).

Bambini, come fare l'albero genealogico della famiglia insieme a loro

Creazione dell’albero genealogico: gli step

Ricreare l’albero genealogico della famiglia è un pretesto per raccontare ai tuoi figli le stesse storie dell’infanzia che tu stessa hai ascoltato dai tuoi genitori. Puoi iniziare prendendo il vecchio album delle foto e motrando i tuoi genitori, o nonni, se sei tanto fortunata da avere delle loro immagini a disposizione. Insomma, tutto è iniziato da loro.

Se non hai molto tempo a disposizione puoi ricorrere ad un albero genealogico pronto da stampare sul quale scrivere, con i bambini, solo i nomi. Ma ti consigliamo vivamente di seguire quest’altro metodo, che è sicuramente molto più coinvolgente. Procedi così:

  • Raggruppa le foto della famiglia sul tavolo.
  • Disponi un cartoncino bianco, della colla o del nastro adesivo, dei pennarelli e delle matite.
  • Bene, siete pronti per iniziare: prima, però, spiega ai tuoi figli come in ogni famiglia esista un lato materno ed uno paterno.
  • Disegnate le prime due caselle all’interno delle quali incollerete le foto.
  • Parti dai tuoi nonni (o dai tuoi genitori, per un albero genealogico più semplice da realizzare) e fai incollare loro le foto all’nterno.
  • Scrivete sotto i loro nomi e cognomi e le date di nascita.
  • Poi fai il punto della situazione con i bimbi: conta quanti figli hanno avuto e fai partire, con un pennarello, tante strisce verticali quanti sono i figli.
  • Create delle caselle (una corrispondente ad ogni figlio) e fai incollare la foto corrispondente.
  • Scrivete anche qui nomi e date e continuate così fino ad arrivare all’ultima generazione.

Albero genealogico, i consigli utili

Il consiglio spassionato è quello di rendere questa operazione un’esperienza completa. Innanzitutto puoi invitare i piccoli ad andare alla ricerca di tutte le informazioni delle quali hanno bisogno semplicemente chiedendole a chi le ricorda bene. Ad esempio, potrebbe venire fuori l’argomento guerra: chi più dei nonni potrebbe soddisfare la loro curiosità?

Inoltre, ascolta i tuoi figli durante tutte le fasi della realizzazione di questo vostro progetto, non sovrastare le loro idee ma, al contrario, cerca di favorirle. Man mano che vi occupate di un componente della famiglia (specie quelli che i piccoli non hanno conosciuto), racconta loro un episodio significativo.

Puoi anche sfruttare l’occasione per spiegare i gradi di parentela: se hanno ben chiari quelli del proprio nucleo familiare, potrebbe risulrare difficoltoso inquadrare cosa sia una prozia. Spiega loro come su un albero genealogico, la linea verticale consenta di individuare le generazioni, mentre quella orizzontale, renda chiaro il concetto di fraternità.

L’albero genealogico, infine, anche essere arricchito o decorato grazie alla creatività dei piccoli di casa. E, una volta pronto, può essere incorniciato ed appeso nella loro cameretta.

Photo | Pixabay

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Bambini Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Milano Moda Uomo 2012: Renzo Rosso, intervista sfilata Diesel Black Gold F/W 2012/13