Borotalco, a cosa serve davvero: tutti gli usi possibili con benefici e svantaggi

Vi siete mai chieste a cosa serva davvero il borotalco e quali usi se ne possono fare? Eccovi qualche informazione in più…

di amedda

Tutti lo usano per tenere asciutta e profumata la pelle, ma anche per altri scopi. Alcuni cercano anche di farselo in casa. Eppure, chi sa davvero a cosa serve il borotalco e quali sono i suoi usi possibili con benefici e svantaggi? Noi di Pinkblog vogliamo darvi qualche dritta che potrebbe essere davvero interessante e utile.

Borotalco: usi possibili con benefici e svantaggi

Creato nel 1878 dal farmacista inglese Henry Roberts, il borotalco ebbe subito un enorme successo. I suoi benefici derivano dalle proprietà assorbenti e lenitive che hanno portato le persone ad utilizzarlo per asciugare la pelle dopo il bagno o la doccia e per prevenire arrossamenti e irritazioni. Ma cosa è davvero il borotalco? Si tratta di una polvere bianca e finissima di origine minerale usata per l’igiene della pelle.

Tale polvere è composta di talco, un minerale con proprietà antitraspiranti, assorbenti e sbiancanti. Allo stesso tempo anche dell’acido borico, a cui si ascrive un effetto antisettico e lenitivo contro irritazioni cutanee. Con il tempo sono stati aggiunti altri elementi, come l’ossido di zinco, che protegge la pelle dalle irritazioni, il carbonato di magnesio, che vanta proprietà assorbenti, e l’ undecilenato di zinco, utile nel contrastare le micosi.

Col passare degli anni, al borotalco sono stati aggiunti anche profumi e oli essenziali per rendere tutto ancora più piacevole.

Ma quali sono gli tutti gli usi del borotalco? Oltre a quelli conosciuti per quanto riguarda l’igiene intima magari di un neonato dopo il bagnetto o quella di un adulto, tra i vari utilizzi del borotalco c’è anche quello di ridurre le irritazioni cutanee. Tale polvere, infatti, è in grado di lenire la pelle irritata, ridurre i rossori e alleviare bruciori e pruriti che possono interessare la pelle delicata dei bambini così come quella dei più grandi.

Esistono poi anche altri utilizzi particolari. Il borotalco è usato come repellente contro le formiche, per eliminare le macchie d’olio dai vestiti e come soluzione salva-tempo per chi desidera avere capelli puliti e profumati in pochi minuti.

Il borotalco può essere utilizzato anche in una pelle particolarmente grassa e contro i brufoli oppure per contrastare il sudore. Non a caso sono sempre più di moda i deodoranti di questo tipo.

Alcune considerazioni

Dopo aver visto i tanti utilizzi di questa sostanza, bisogna parlare anche di qualche allarmismo nato negli ultimi tempi relativamente alla pericolosità del borotalco. Nel 2006 l’Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro ha classificato le polveri per il corpo a base di talco tra le possibili sostanze cancerogene. In modo particolare la motivazioni di tali accuse è da ricondurre alla presenza di piccole quantità di sostanze pericolose come l’asbesto, lo stesso minerale contenuto nell’amianto.

Ad ogni modo gli studi effettuati hanno portato a risposte spesso contraddittorie e quindi non ci sentiamo di dire altro a tal proposito.

Gli unici rischi per la salute sono quelli connessi all’ inalazione che si risolvono con la semplice accortezza di non vaporizzare il talco verso le vie respiratorie.