Caffè e caffeina: benefici e rischi per la salute

Preoccupati per le dosi di caffeina che ingerite ogni giorno o per i troppi caffé tra casa e lavoro? Scopriamo vantaggi e svantaggi di questa sostanza.

di amedda

La tazzina di caffé al mattino è per tanti un’abitudine irrinunciabile. Non contenti, ci sono anche quelli che dividono e scandiscono la loro giornata anche con la pausa al mattino, quella al pomeriggio ed infine quella serale. Ovviamente, sempre con un bel caffettino, magari in compagnia. Bisogna però fare attenzione a non esagerare anche perché tra le componenti più rilevanti di questo nostro “piacere” c’è la caffeina che nasconde non solo proprietà positive. Andiamo a scoprire quindi per quanto riguarda il caffè e la caffeina quali sono i benefici ma anche i rischi per la salute del corpo.

Caffe e caffeina: benefici e rischi per la salute

Come detto, il caffè è sicuramente un piacere a cui molti di noi non riescono proprio a fare a meno. Ne esistono tanti e di ogni tipo, ma noi adesso vogliamo unicamente soffermarci sulle sue proprietà, benefiche e meno.

Tra le molte componenti di questa bevanda, come noto, c’è appunto la caffeina che possiede senza dubbio delle qualità positive per il nostro corpo. Per esempio ha un effetto stimolatorio sulla secrezione gastrica e biliare ed è per questa ragione che si ritiene aiuti la digestione, inoltre ha un effetto tonico e stimolatorio sulla funzionalità cardiaca e nervosa ed è per questo che dà quell’energia spesso necessaria, magari al mattino appena svegliati. Infine, possiede anche delle qualità con un effetto lipolitico, cioè favorente il dimagrimento. Va detto anche che oltre alla caffeina, nel caffè sono contenute molte sostanze, il cui potenziale ruolo benefico sull’organismo è ancora in fase di studio da parte di medici ed esperti. Tra questi ci sono i polifenoli che hanno un effetto antiossidante.

Al netto dei benefici sul corpo, vanno esplicitati anche potenziali rischi. Quando l’uso del caffè è eccessivo, infatti, quello che all’inizio è un beneficio, ovvero l’effetto stimolatorio sulla secrezione gastrica, può provocare danni al sistema digerente. Questo accade per via dell’elevata acidità dei succhi riversati nello stomaco – gastriti, reflusso e nei casi più critici ulcera sono i danni peggiori -.

Lo stesso discorso vale per l’effetto tonico e stimolatorio sulla funzionalità cardiaca e nervosa. In alcuni soggetti che soffrono di ipertensione o insonnia, per esempio, ingenti quantità di caffè possono portare a tachicardia e tremori.

Anche il terzo beneficio, ovvero quello lipolitico, può essere facilmente ribaltato se, col caffè, ci si abbina anche troppo zucchero. Questo, ovviamente, non riguarda la proprietà del caffè o della caffeina, ma è un discorso strettamente connesso.