Cosa sono i tatuaggi effimeri e perché potrebbero essere una tendenza beauty

Cosa sono i tatuaggi effimeri? Ecco una nuova tendenza beauty “temporanea” da tenere in considerazione per il futuro.

Hai mai sentito parlare dei tatuaggi effimeri? Potrebbe trattarsi di una nuova tendenza beauty da tenere assolutamente d’occhio per i prossimi mesi. Sono dei tattoo non permanenti, come suggerisce il nome stesso, ma nemmeno i classici trasferibili che vanno via alla prima doccia. Se i tatuaggi rappresentano un ricordo indelebile da imprimere sul nostro corpo, quelli effimeri sono invece passeggeri. Scompaiono dopo qualche tempo, così non ci si stanca più dei disegni sul proprio corpo.

Ci sono due tipologie di tattoo lover. C’è chi riempirebbe il proprio corpo di segni indelebili che possano raccontare chi è, da dove arriva, dove sta andando, con disegni che rimarranno lì per sempre. E chi, invece, è appassionato di tatuaggi solo perché vanno di moda e perché è carino sfoggiarli, ma solo di tanto in tanto. Se per quest’ultima categoria finora la possibilità era rappresentata solo dai tatuaggi semipermanenti, che però non sono visti di buon occhio. Sono realizzati infatti con inchiostro vegetale penetrando poco nella pelle, ma il rischio è quello che si rovinino solo lasciando brutte macchie e non scomparendo del tutto. Certo, c’è la possibilità di farsi dei tatuaggi trasferibili, come quelli che i bambini trovano nelle patatine o nei gelati, ma il risultato è decisamente poco professionale.

Ora dagli USA arriva una nuova variante dei tattoo, una via di mezzo tra i trasferibili e i permanenti, che svaniscono dopo poco tempo. Così da accontentare anche chi vorrebbe farli ma sa già che dopo poco tempo potrebbe stancarsi di quell’opera d’arte che non si può cancellare (usare il laser per dire addio ai tatuaggi non è così semplice come si potrebbe pensare).

tatuaggi effimeri

Tatuaggi estate 2021, i trend più in voga

Come funzionano i tatuaggi effimeri

L’idea è venuta a una start up USA. La Ephemeral ha ideato un inchiostro rivoluzionario. Al suo interno infatti ci sono polimeri biodegradabili con tra i 9 e i 15 mesi dopo il disegno scompaiono nel nulla. Tutto è nato da un’intuizione di Josh Sakhai, uno dei tre co-fondatori dell’azienda. Quando studiava alla New York University, voleva tanto avere un tatuaggio. Ma il ragazzo di origine iraniana aveva paura che la famiglia potesse non approvare la sua scelta. Così ha deciso di creare un inchiostro particolare. Anche se non è stato facile: dopo 50 tentativi, alla fine ha trovato quello migliore per tatuaggi temporanei che possono durare poco più o poco meno di un anno.

Quello che stiamo facendo è che stiamo aprendo la possibilità di tatuaggi per una clientela completamente nuova che in precedenza non voleva tatuaggi permanenti, e non ne avrebbe mai fatti.

Queste le parole del creatore della tecnologia, che è sicuro che questa opzione amplierà la comunità tradizionale di tatuati:

Penso che i tatuaggi riguardino l’autoespressione e l’arte. E penso che stiamo solo cercando di rendere più facile per più persone avere quell’esperienza.

L’inchiostro biodegradabile è nato in laboratorio insieme alla collaborazione di alcuni dermatologi. Il tattoo pian piano scompare senza lasciare macchie e sbiadendosi in maniera uniforme. A New York c’è già uno store dove si può sperimentare questa innovativa tecnologia. Al momento solo per tatuaggi in bianco e nero, ma presto potrebbero arrivare anche quelli a colori.

Il costo varia tra i 150 e i 370 euro.

Foto di StockSnap e Foto di ilovetattoos da Pixabay

I Video di Pinkblog

Ultime notizie su Tatuaggi

Tutto su Tatuaggi →