Il meglio e il peggio della settimana in tv: cos’è successo dal 16 al 22 novembre?

Cos’è successo nella settimana dal 16 al 22 novembre? Sicuramente una settimana piena di polemiche a partire dalla chiusura di Stracult, il programma storico condotto ed ideato da Marco Giusti. La storia di questa trasmissione è cominciata nel luglio del 2000 come il primo show di tutta la televisione “in difesa del cinema italiano che

Cos’è successo nella settimana dal 16 al 22 novembre? Sicuramente una settimana piena di polemiche a partire dalla chiusura di Stracult, il programma storico condotto ed ideato da Marco Giusti. La storia di questa trasmissione è cominciata nel luglio del 2000 come il primo show di tutta la televisione “in difesa del cinema italiano che spacca”, ossia di quello che piace ma che allo stesso tempo divide critica e pubblico.

È andata in onda poi l’ultima puntata di DOC – Nelle tue mani con Luca Argentero che ha totalizzato oltre otto milioni e mezzo di spettatori: un vero e proprio record, tanto che è stata già confermata la seconda stagione. Subito dopo è andato in scena il quarto appuntamento di AmaSanremo, seppure con qualche problema visto che tre ore prima Striscia la Notizia ha fatto luce sul brano di Nova che si è esibito proprio quella sera e che si è scoperto non essere inedito, come vuole il regolamento. Continua la “guerra” tra il tg satirico di Antonio Ricci e il Festival della Canzone Italiana?

Il meglio e il peggio della settimana in tv: cos'è successo dal 16 al 22 novembre?

La finale di Tale e Quale Show

Nella finale del torneo di Tale e Quale Show ha trionfato proprio Lidia Schillaci, cantante intervistata solo qualche giorno fa da Pinkblog: “Questo ritorno a Tale e quale sta andando benissimo ed è stato molto entusiasmante, in un periodo nel quale per via del Covid il mondo dell’arte si è fermato, poter far parte nuovamente di uno dei programmi più importanti del palinsesto Rai indubbiamente mi rende molto felice”.

C’è stato però un po’ di caos per l’imitazione di Sergio Muniz nei panni di Ghali con tanto di blackface. Prontamente lo stesso artista ha detto la sua su Instagram: “Non c’è bisogno di fare il blackface per imitare me o altri artisti. Potrete dire che esagero, che mi devo fare una risata e che non si vuole offendere nessuno, lo capisco. Ma per offendere qualcuno basta semplicemente essere ignoranti, non bisogna per forza essere cattivi o guidati dall’odio. Si può essere delle brave persone e non sapere che la storia del BLACKFACE va ben oltre un semplice make up, trucco o travestimento”.

Ballando con le Stelle: la lite tra Todaro e Conticini

Non solo la finale di Tale e Quale Show, ma anche quella di Ballando con le Stelle, nonostante tutte le difficoltà avute nel corso di questa edizione tra infortuni e positivi al Covid. Proprio la coppia formata da Elisa Isoardi e Raimondo Todaro è riuscita ad arrivare a questa ultima puntata dopo l’appendicite di lui e la distorsione alla caviglia di lei: i due però sono stati eliminati nel corso di questo appuntamento.

Allo scontro finale abbiamo visto il favorito Paolo Conticini e Gilles Rocca, ma è stato proprio quest’ultimo a trionfare. “Ho cercato di essere il più semplice possibile – senza inventarmi niente, nessuna storia d’amore, nessuno scoop, niente di niente – e di mettere in pista quello che imparavo con Veera”, ha commentato l’attore toscano il giorno dopo a Domenica In. Queste parole però hanno mandato su tutte le furie proprio Todaro, visto che pensava fosse una frecciatina nei suoi confronti: “La verità è che eri il favorito e se non hai vinto non è certo per colpa nostra anzi”.

Prontamente ha replicato anche Conticini sempre su Instagram, negando che quella frase fosse riferita a lui e alla Isoardi: “Sì ero uno dei favoriti ma credo non più di voi che nonostante non avete ballato, o avete ballato poco siete arrivati alla finale. È solo un gioco Raimondo e l’hai vinto credo 5-6 volte“. Arriveranno le scuse di Raimondo o continuerà questo botta e risposta?

Ultime notizie su Gossip

Tutto su Gossip →