Tutte le stagioni hanno una nutrita lista di spettacoli naturalistici da ammirare, tra fioriture e foliage, cime innevate o rigogliosi giardini e frutteti. E se è vero che primavera ed estate sono i periodi più variopinti dell’anno, ci sono piante invernali che resistono al freddo bellissime. Arbusti che fioriscono tra dicembre e marzo e colorano gli spazi esterni.

In genere siamo abituati ad occuparci delle nostre aree verdi quando il sole primaverile inizia ad essere più generoso come calore. Ma in realtà, mentre la maggior parte della piante va in riposo vegetativo, alcune danno il meglio di sé proprio in inverno. Ci sono infatti esemplari che amano il freddo e fioriscono anche in mezzo alla neve, senza soffrire per i climi gelidi.

Vediamo cinque di queste bellezze invernali, da coltivare in giardino o anche in vaso sul balcone.

Piante invernali resistenti al freddo

Piante invernali che resistono al freddo

Agrifoglio – È la pianta invernale per eccellenza ed è anche detto Hilex o Winterberry, per via delle sue bacche rosse che spuntano proprio durante il periodo freddo. Ha una resistenza ottima alle basse temperature e non ha grandi esigenze a livello di cure. Bastano infatti annaffiature regolari in estate e la pioggia in inverno per farlo stare bene. Ma una cosa essenziale da sapere c’è. Se vogliamo vederlo in tutta la sua bellezza, con le bacche cremisi in bella vista, dovremo acquistare una pianta maschio e una femmina da mettere accanto.

Elleboro – La sua maestosa fioritura ha fatto guadagnare all’elleboro l’appellativo di rosa d’inverno, in quanto un po’ somiglia alla più famosa pianta di maggio. Ma l’elleboro è meno delicato delle rose e soprattutto, al contrario di queste ultime, ama i climi rigidi e il freddo, tanto che lo possiamo vedere crescere fino a 1200 metri di altitudine. E sì, riesce a sopportare temperature che arrivano anche a -20° C senza soffrire. Non è difficile poter ammirare i suoi fiori anche in mezzo ad una coltre di neve.

Heuchera – Niente fiori ma un bellissimo manto tappezzante, pronto a rendere il nostro giardino d’inverno una nuvola rosata, caratterizza l’Heuchera, una pianta perenne con foglie molto scenografiche. È resistente al freddo e anche agli inverni più rigidi, ma non tollera molto bene la calura estiva e il sole diretto. La posizione migliore per mettere la pianta a dimora è infatti a mezzombra e le innaffiature vanno fatte in modo regolare ma non eccessivo per tutto l’anno. In primavera ed estate è buona norma aggiungere del fertilizzante all’acqua delle irrigazioni.

Gelsomino invernale – Meno famoso del Jasminum classico, la varietà nudiflorum è comunque degna di nota per la sua estetica. La pianta, conosciuta anche come gelsomino invernale o di San Giuseppe, è caratterizzata da splendidi fiorellini gialli ed è l’ideale se si vuole un rampicante che abbellisca i muri del giardino. Per tutelare il benessere dell’arbusto e favorire la fioritura, è preferibile che lo si collochi in pieno sole. In inverno resiste a temperature fino a -10° C. In estate va innaffiato in maniera regolare, ma evitando i ristagni idrici.

Andromeda giapponese – La Peris japonica, o Andromeda giapponese, è una bellissima pianta dai fiorellini bianchi. In inverno possiamo godere della sua magnifica fioritura a grappolo, che orna i giardini in modo mirabile, mentre d’estate la pianta ci dona un’altra meraviglia, tingendo il suo fogliame verde di un rosso intenso. Il terreno adatto alla sua coltivazione è quello per piante acidofile, mentre per le irrigazioni è essenziale che siano regolari ma mai troppo abbondanti. La posizione ideale per collocarla è a mezz’ombra. Ricordiamoci che, trattandosi di un arbusto a crescita veloce, è essenziale, se lo coltiviamo in vaso, travasarlo ogni anno in un supporto più ampio.

Foto | iStock

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Casa Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Marie Kondo, il metodo per ordinare la casa arriva su Netflix