parliamo diCantanti Emergenti

Miriam Masala è originaria di Albenga (SV) ed è nota al pubblico del piccolo schermo per la sua partecipazione ad Amici di Maria De Filippi nell’anno 2013. In realtà c’è tanto altro da scoprire: per esempio com’è nata la sua passione per la musica e com’è arrivata a diventare il suo lavoro oggi?

Pink Music: alla scoperta di Miriam Masala

Le origini

Da piccola ascoltava tanto cantautorato italiano con i suoi genitori: Fabrizio De Andrè e Lucio Battisti, ma anche Marco Masini e Biagio Antonacci, inoltre era fissata con Elisa. Ora spazia da Linkin Park, Fabri Fibra, Chaka Khan, Queen, Michael Jackson, Beyoncé, Dua Lipa. Dipende dal mood del momento.

“La prima canzone che ho cantato? Non posso dimenticarlo! – ha dichiarato l’artista in esclusiva per Pinblog – Ero in terza elementare e per la prima volta cantavo da sola davanti a tutta la scuola il brano che lanciò un grande artista, Perdono di Tiziano Ferro, da sempre una mia grande fonte di ispirazione”.

I progetti attuali

Lo scorso 6 novembre è stato pubblicato in radio e in digitale il nuovo singolo “La parte migliore di me“, una canzone caratterizza da una componente testuale semplice, diretta e da una melodia accattivante che si mischia perfettamente con il sound anni ’80 tanto caro alla cantante.

La parte migliore di me è un brano (scritto dalla stessa Miriam con la magia delle musiche di Giuseppe Foresta, Daniele Cavalca e Daniele Bagnoli) di cui aveva bisogno per raccontare la nuova strada che ha deciso di prendere artisticamente. Ha influenze anni 80 e con questo brano ha voluto lanciare un messaggio di amore verso se stessi, che non vuol dire essere egoisti ma anzi dare importanza alle proprie idee e i propri valori, contare su noi stessi!

Da quale parte di me devo iniziare per farti innamorare

La parte migliore di me

Da quale parte di te cominciare a farmi perdere la testa e non pensare che a te

Nel video ufficiale (disponibile su Youtube) che vede dietro la macchia da presa Sara Cardillo, la semplicità è la protagonista assoluta, arricchita però da una scelta di colori molto forti che dà vita ad una sequenza di immagini come cristallizzata, senza tempo. Cuore pulsante del videoclip è un mix di forza, erotismo ed ironia. Per lei si tratta di una vera e propria rinascita.

I progetti futuri

I prossimi brani sono già quasi pronti ma in cantiere c’è tanto altro, infatti la Masala vuole continuare a sperimentare le sonorità anni 80 in chiave ironica ed erotica, come è lei. Non vede l’ora che arrivi il 2021 a portare un po’ di serenità in modo da poter organizzare concerti e riunire finalmente tutti.

“Si sono riaperte da poco le porte della scuola che mi ha permesso di fare della mia passione un lavoro e io non posso fare altro se non augurare ai ragazzi un’esperienza indimenticabile e consigliargli di sfruttare al massimo quell’occasione – ha concluso l’artista – Un sogno che ancora è rimasto nel cassetto pronto un giorno per uscire è tenere un concerto in uno stadio. Fa parte dei sogni grandi che mi fanno lottare ogni giorno!”.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Musica Leggi tutto