Incredibile vicenda che vede protagonista Violetta Caprotti vittima di una truffa. La donna si è trovata con un falso al posto di un diamante da 3.5 milioni.

Truffa ai danni di Violetta Caprotti, figlia del patron di Esselunga, che si è trovata una pietra falsa incastonata in un anello del quale voleva sostituire la montatura nella quale voleva mettere un diamante da 3.5 milioni. Si indaga per truffa o per furto, dopo la denuncia.

Violetta Caprotti truffata: cosa è successo

diamante gioiello
diamante gioiello

Violetta Caprotti sarebbe stata truffata: un diamante da 3,5 milioni sarebbe stato sostituito con un falso. Il racconto ha dell’incredibile e arriva dopo la denuncia della donna, figlia del patron di Esselunga scomparso nel 2016.

Da quanto si apprende anche dal Corriere della Sera versione Milano, la Caprotti si sarebbe presentata negli uffici della Procura di Milano accompagnata dai suoi legali, come testimone e denunciante.

Stando a quanto si è potuto ricostruire riguardo all’indagine che, a quanto pare, procede sotto traccia almeno dalla primavera scorsa, la manager aveva portato il diamante, incastonato in un anello, dal rivenditore nel quale era stato acquistato in passato per far sostituire la montatura.

A quel punto, però, l’apparente scoperta. I responsabili del negozio l’hanno contattata non appena iniziato a lavorare per dirle che la pietra era falsa.

L’indagine sarebbe nata proprio da un contenzioso tra la donna e il rivenditore che, tuttavia, ha sempre sostenuto che quel diamante era arrivato in negozio già falso.

Gli inquirenti stanno indagando per comprendere effettivamente quando il diamante sia stato sostituito con un falso e, soprattutto, da chi.

Le uniche certezze in questa vicenda al momento sarebbero due: la figlia di Caprotti possedeva una pietra indubbiamente vera, mentre quella che le è rimasta in mano non è altro che un falso.

AVETE VISTO LA NUOVA MANICURE INVERNALE DI CHIARA FERRAGNI?

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 14-01-2023