Gli esercizi yoga per favorire la digestione

Esercizi yoga per favorire la digestione? Ebbene si, le pratiche orientali servono anche a questo. Vediamo quali sono le posizioni più consigliate in questi casi.

Ebbene si, lo yoga ci può aiutare anche per favorire la digestione, nel caso questa sia lenta o cattiva, aiutandoci a raggiungere un buon senso di benessere dopo i pasti. A chi non è mai capitato, soprattutto in estate, di soffrire di gonfiore e problemi di stomaco dati dai processi digestivi rallentati alzi la mano! Se non siete fra queste fortunate di certo sapere quali esercizi fare per stare meglio dopo mangiato può certamente tornare utile.

Iniziate da sedute sui vostri polpacci, con un asciugamani arrotolato fra le caviglie (questo per allentare la pressione data dal peso). Da qui, con la testa diritta iniziate a muovere il busto verso destra, fermandovi quando il mento sarà oltre la linea delle spalle. Tenete la posizione per una decina di secondi respirando e poi tornate al centro e fate lo stesso movimento dalla parte sinistra.

Ripetete lo stesso movimento da sedute. Partite stando a gambe incrociate e poi sollevate il ginocchio sinistro e fatelo passare sopra l'altra gamba: il ginocchio sarà in alto, flesso all'altezza del petto. Da qui spostiamo il busto come nell'esercizio precedente, mantenendo la posizione per una decina di secondi, poi tornate in posizione di partenza e cambiate gamba. In questo modo aiuterete la pancia a liberarsi dell'aria.

Ora risiedetevi sui polpacci, palmi appoggiati al tappetino, iniziate a far scivolare le mani in avanti fino a raggiungere una posizione accovacciata: la fronte tocca il pavimento, le braccia sono morbide e le spalle anche, mentre i glutei toccano appena i talloni. Mantenete la posizione per un paio di minuti respirando. Vi servirà per favorire il transito del cibo dallo stomaco all'intestino.

Per rilassare i muscoli dell'addome e avere un'immediata sensazione di benessere alla pancia, potete provare un'ulteriore posizione. Partite dalla classica loto's pose, con le gambe incrociate (come da foto di copertina). I palmi delle mani sono l'uno contro l'altro all'altezza del petto e premono. Abbassate il busto e contemporaneamente ruotatelo verso destra, alzando il viso come se doveste guardare qualcosa sul soffitto. Mantenete la posizione per un minuto respirando e poi ruotate dall'altra parte.

In ultimo, mettetevi a quattro zampe tipo cagnolino, con le ginocchia flesse ad angolo retto. Da qui flettete la schiena verso l'alto, portando contemporaneamente il mento a toccare il petto (inspirate) e successivamente tornate in posizione e stirate il busto inarcandolo e portando il viso più in alto che potete (espirate). Dovreste sentire gli addominali tirare. Fate questo movimento per 5-6 volte.

Un avvertimento. Gli esercizi descritti, per quanto semplici e sicuri da fare anche per i non asperti, potrebbero non essere adatti a tutti. Consultate il vostro medico prima di replicarli in casa e comunque non fateli mai immediatamente dopo mangiato. Fate passare almeno tre quarti d'ora dall'ultimo boccone, in modo da non avere problemi di nausea o vomito.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail