La dieta per dimagrire 10 kg senza soffrire la fame

Avete una decina di chili in più rispetto al vostro peso forma? Ecco la dieta giusta per voi

Quando si devono perdere parecchi chili, ad esempio 10, la dieta dimagrante da seguire dovrebbe, per evitare rischi per la salute, essere modulata sulle caratteristiche fisiche e sulle esigenze energetiche della persona, e quindi dovrebbe essere studiata su misura da un bravo nutrizionista.

Questo, in linea generale. Infatti le diete veloci, quelle, per intenderci, utili per dimagrire 2-3 kg in poco tempo, sono adatte a tutti proprio in virtù della loro breve durata che impatta poco sull'organismo.
Dieta-per-dimagrire-10-kg

Spesso, in questi casi, è sufficiente un settimana di dieta detox e drenante a base di alimenti depurativi per smaltire qualche chiletto di troppo di liquidi. Ma talvolta, il peso da perdere è più importante. Che dieta scegliere, in questi casi, per non avere ripercussioni sull'organismo e sulla buona salute, e soprattutto per non soffrire la fame?

Ci sono diverse opzioni, e noi ve ne segnaliamo qualcuna. Una delle diete più alla moda, che permette (o promette) di far dimagrire fino a 10 kg in un mese senza, appunto, patire troppo, è quella definita del "supermetabolismo", che si basa su tre fasi settimanali (a blocchi di 2-3 giorni), in cui i menù sono differenziati a seconda delle funzioni fisiologiche ed endocrine che devono andare a stimolare.

Nello specifico, durante la prima fase (lunedì-martedì), si consumano carboidrati a basso indice glicemico e verdure, nella seconda (mercoledì-giovedì) proteine e e verdure, e nella terza (venerdì-sabato-domenica) poche proteine, frutta e grassi "buoni". Altra dieta adatta a perdere 10 kg è la Dukan (fino a 9 kg in un mese), che, però, è un pochino più mortificante e faticosa, sia da seguire che per l'impatto sull'organismo.

In linea generale, per smaltire tanti chili in un mese, ma senza smettere di mangiare (che comunque è sempre controproducente, oltre che malsano), è quello di eliminare del tutto le cosiddette calorie vuote, e "riempire" i menù giornalieri di cibi non troppo calorici, stimolanti del metabolismo, e soprattutto ricchi dei principi nutritivi di cui il corpo ha bisogno per stare bene. Ecco qualche consiglio:

  • Eliminare del tutto cibo-spazzatura tra cui snack dolci, cioccolatini ripieni e barrette con mou, granella di nocciola e creme varie, merendine e biscotti confezionate, dolci confezionati o di pasticceria, patatine fritte in busta, salatini e pizzette, crackers con olio e altre aggiunte, bibite zuccherate e dolcificate (tè freddi aromatizzati inclusi), cole, superalcolici e soft drinks, salse e condimenti grassi di origine animale
  • Eliminare o ridurre il consumo di insaccati e affumicati, cibi in scatola e precotti, pizza e dolci lievitati
  • Consumare dalle 5 alle 8 porzioni al giorno di frutta e verdura fresche
  • Bere 2 litri di acqua al giorno
  • Bere tisane drenanti e depurative
  • Ridurre drasticamente il sale aggiunto e insaporire con erbe e spezie
  • Non usare zucchero semplice (saccarosio) per dolcificare ma poco miele o malto di cereali o succo di agave
  • Ridurre il consumo di cereali e derivati raffinati ("bianchi") e preferire quelli integrali
  • Scegliere proteine magre
  • Aumentare il consumo di legumi (in piccole quantità, anche tutti i giorni)
  • Consumare più pesce (3 volte a settimana)
  • Fare 5 pasti al giorno con due spuntini a base di frutta secca e fresca o yogurt
  • Ridurre il consumo di latticini (da latte vaccino) e soprattutto formaggi stagionati
  • Mangiare sempre ad orari regolari, e non cenare mai prima di andare a dormire ma almeno 3 ore prima
  • Usare come condimento solo olio extravergine d'oliva a crudo (2-3 cucchiaini al giorno)
  • Praticare attività fisica regolarmente

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail