Come coltivare i pomodori in casa quando non si ha il giardino

Coltivare il pomodoro in casa è più facile di quanto non si pensi, ecco gli accorgimenti da seguire

I pomodori sono un dono dell'orto saporito e ricco di vitamine e sali minerali. Sono graditi in cucina per fare fresche insalate, oppure come ingrediente per le salse più buone. Anche se il periodo della raccolta è quello che va dall'estate ai primi giorni d'autunno, il pomodoro, che si adatta perfettamente alla coltivazione in vaso oltre che in orto, può anche essere messo a germogliare in casa in pieno inverno, consentendo di avere piantine rigogliose tutto l'anno.

Sebbene un po' tutte le varietà di pomodoro si prestino bene allo scopo, i pomodori di piccole dimensioni, come i pachino e i datterini, sono i migliori per essere tenuti al chiuso. Acquistate i semi di queste qualità e teneteli una notte a bagno in poca acqua. Il giorno dopo aiutatevi con una pinzetta per inserirli in vasetti contenenti terreno per semina ricco e soffice (come spiegato in video).

Come_coltivare_pomodori

Tenete i vasetti in un luogo caldo della casa e mantenete la terra umida per far si che le piantine germinino bene. Quanto gli arbusti si saranno già formati (la piantina sarà di circa 15cm) travasateli in vasi più grandi contenenti terreno fertile e aggiungete un compost liquido ogni 2 settimane circa.

Per garantire alla pianta le stesse condizioni dell'aria aperta (luce, venticello, impollinazione delle api) si consiglia di acquistare delle lampade adatte alla germinazione, facilmente acquistabili nei negozi di giardinaggio. Inoltre un ventilatore messo a potenza minima garantirà una corretta distribuzione dei pollini nel terreno nel periodo della fioritura.

Bisogna ricordare che il pomodoro è amante del sole e quindi per simulare il suo sorgere e il tramontare, così come i suoi raggi caldi, è bene alternare anche in casa l'accensione e lo spegnimento delle lampade. Inoltre, mai dimenticare di innaffiare il terreno la sera, a luci spente, per evitare che l'arbusto soffra.

A seconda della varietà piantata i pomodori ci mettono dal mese e mezzo ai tre mesi per essere pronti alla raccolta. Quando il frutto spunta e raggiunge le dimensioni standard per la sua qualità può essere staccato dalla pianta, anche se non è completamente maturo. Ovviamente prima di mangiarlo si dovrà attendere che sia diventato rosso o si rischia di consumare un prodotto troppo acidulo o insapore.

Foto | da Flickr di Jiri Brozovsky

  • shares
  • Mail