Pasta di sale, le perline mimosa per gioielli e decorazioni

Pasta di sale per piccoli capolavori a tema? Divertiamoci con le bimbe a creare le perline mimosa per l'8 marzo. Saranno la base per gioielli e decorazioni

Fra solo due giorni sarà l'8 marzo, giornata che il calendario e la consuetudine dedicano alla donna. Simbolo floreale di questa ricorrenza è certamente la mimosa, fiore giallo dalla forma a grappolo e dal profumo inconfondibile, che sboccia proprio sul finire di febbraio, diventando il primo esempio di risveglio della natura dopo il sonno invernale.

E se volessimo che la bellezza di questo piccolo e tenero fiorellino fosse più duratura del semplice reciso? Possiamo rimboccarci le maniche e creare delle simpatiche perline mimosa con la pasta di sale. Saranno la base per dei deliziosi gioiellini fai da te o per decorazioni originali con cui adornare la casa o diventare piccoli cadeaux per le amiche.

Non solo, il tutorial che segue può essere anche un gioco divertente per un pomeriggio in famiglia con le piccole donne di casa. Un modo davvero grazioso per rendere l'8 marzo un'occasione da dedicare alle persone più importanti.

Pasta_di_sale_8_marzo_mimosa

Ci serviranno: panetto di pasta fatto seguendo la ricetta base, sostituendo però metà della farina 00 con la stessa quantità di farina di mais, pittura acrilica gialla, pittura acrilica arancio, pennello tampone, pennello a lingua di gatto, tappi di bottiglia, stuzzicadenti, uno spillone, flatting trasparente.

Iniziamo prendendo dei pezzettini di pasta dal panetto base e appallottoliamoli con i palmi delle mani. Il diametro delle perle lo possiamo decidere noi a seconda delle esigenze, ricordandoci che la difficoltà aumenta quanto più riduciamo la loro grandezza.

Per un lavoro semplice teniamoci sugli 8-9mm. Infilziamo la perla appena creata al centro con lo spillone e allarghiamo il foro muovendolo in tutte le direzioni. Dopo di che leviamo lo spillo e inseriamo lo stuzzicadenti leggermente infarinato. Se nel lavoro di punzonatura abbiamo reso la perla meno liscia provvediamo a rimodellarla ora con il calore delle dita.

Infine, appoggiamo ogni perla con stuzzicadenti su un tappo di bottiglia rovesciato, in modo che il decoro resti sospeso e non perda la sua forma tondeggiante. Proseguiamo con la stessa tecnica fino alla fine dell'impasto e poi trasferiamo tutte le perline in un luogo caldo e asciutto di casa per far seccare.

Dopo un giorno e mezzo eliminiamo gli stuzzicadenti e trasferiamo le perle su una taglia di alluminino foderata con carta pergamena, poi completiamo con una veloce cottura in forno a 80° C per circa 45 minuti.

Quando le beads si saranno raffreddate passiamo alla fase della colorazione. Usiamo la pittura acrilica gialla non diluita per coprire tutta la superficie con il pennello a lingua di gatto (per non sporcarci le dita possiamo prendere uno spiedino in legno e usarlo per sorreggere la perla mentre la decoriamo).

In ultimo mescoliamo una punta di pittura gialla con una di pittura arancione e stendiamola sui lavoretti con il pennello tampone per renderli più fedeli al fiore di mimosa originale. Quando il colore si sarà seccato stendiamo il flatting trasparente e attendiamo la completa asciugatura prima di usare le nostre perline per farne charms per monili o divertenti decori a tema.

Foto | da Pinterest di Ana Huerta marin

  • shares
  • +1
  • Mail