Quali sono i sintomi tipici dello stress?

È un malessere figlio dei nostri frenetici tempi moderni e oramai si tratta di un problema che non ha età. Parliamo dello stress, che viene definito in medicina come un processo di adattamento del nostro organismo al mutare delle situazioni (sollecitazioni) esterne. Tali sollecitazioni portano determinate risposte fisiche ed emotive, ecco perché quando sono costanti e continue, il corpo si trova spesso in una condizione di tilt, non riuscendo a fronteggiarle tutte.

Come ogni problematica psico-fisica, anche lo stress ha i suoi sintomi tipici che, quando riconosciuti in tempo, possono essere affrontati e risolti, assieme alla causa scatenante. Come dopo uno sforzo fisico, ad esempio, i muscoli di chi è sotto stress, possono tirare, giustificando il detto che ci vuole "un fascio di nervi", quando siamo tese. Ebbene, lo stress può creare spasmi muscolari, dolori alle articolazioni e contratture. In questi casi massaggi profondi e rilassanti, magari con gli oli essenziali, avranno la duplice valenza di allentare le tensioni fisiche e farci stare meglio anche mentalmente.

Un altro sintomo fisico dello stress, che si riflette su alcuni soggetti predisposti, è il fastidioso fenomeno del bruxismo. Durante la notte alcune persone hanno la tendenza a digrignare i denti, tanto da poter provocare fratture alle arcate e dolore costante alle mascelle. Per evitare tali problemi, chi soffre di bruxismo dovrebbe consultare il dentista, che potrà prescrivere degli apparecchietti in silicone, ma anche il medico curante, per decidere una terapia da seguire per rilassare un po' i nervi.

Purtroppo poi chi soffre di stress soffre anche di accessi di pressione alta. L'agitazione e l'ansia, tipici delle condizioni stressanti influiscono direttamente sulla pressione arteriosa. Inoltre, hanno anche un'influenza indiretta su di essa, attraverso i comportamenti errati che spesso teniamo quando siamo stressati: consumo di cibo spazzatura, fumo, alcol. È importante quindi tenere sotto controllo la pressione arteriosa ed evitare di farci del male, esagerando con gli stravizi. Molto meglio sfogarsi un po' sudando il palestra.

Per noi donne lo stress si manifesta anche in un altro modo, piuttosto "scomodo", ossia modificando il ciclo mestruale. Sappiamo bene che il corpo è una macchina perfetta, costruita per funzionare bene. Eppure gli agenti esterni spesso e volentieri ne guastano il funzionamento, facendo variare modalità e tempi del lavoro. È proprio così che agisce lo stress sul nostro mestruo, interferendo con l'ovulazione, con l'entità del flusso e persino con la consistenza dei crampi, che diventano anche più dolorosi. Anche in questo caso i massaggi possono aiutare: olio essenziale di lavanda sul ventre e sulle tempie, per favorire lo scioglimento delle tensioni e il ritorno della lucidità. In più, qualche tisana rilassante calda a base di valeriana, camomilla e biancospino potrà facilitare il relax e il buonumore.

Le tisane possono aiutare anche in caso di insonnia, problemi di sveglie notturne e incubi, tutti problemi che vanno di pari passo con la tensione. Siccome dormire poco e male acuisce anche la condizione di stress, è vitale rompere il circolo, aiutando il buon sonno sia con i già citati infusi di erbe sia con yoga, musica classica o new age ed esercizi di respirazione diaframmatica. E se questo non servisse, qualche seduta di agopuntura o digitopressione da un professionista, potranno aiutare a risolvere il problema.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail