Lo stretching per addominali alti e obliqui per tonificare la pancia

Continuiamo a parlare di fitness e, nello specifico, di esercizi mirati che dovrebbero aiutare a migliorare il nostro aspetto fisico. Molti di quelli che vi suggeriamo possono essere fatti anche in casa, senza necessariamente frequentare una palestra, così da mantenersi in forma con poco sforzo.

L'attività fisica è utile, lo ricordiamo, non solo per migliorare il proprio aspetto ma anche per avere un migliore umore. Oggi ci occupiamo di una parte fondamentale del nostro corpo e parliamo dello stretching per addominali alti e obliqui per tonificare la pancia .

Ecco, dunque, alcuni esercizi da fare a casa per sviluppare gli addominali alti, muscoli importantissimi perché sostengono la schiena e soprattutto perché formano la cosiddetta “tartaruga” da sfoggiare in estate al mare.

Ricordiamo che bisogna farne 3 serie da 10 movimenti per iniziare e serie da 20 per i più allenati: ci si sdraia in terra e si sollevano le gambe unite e piegate. Una volta che le gambe sono sollevate si cerca di toccare i piedi con la punta delle mani. Sembra un esercizio facile ma non lo è affatto. Questo è un esercizio da fare comodamente a casa, perfetto per tonificare gli addominali alti.

I muscoli addominali obliqui non godono delle stesse attenzioni di addominali alti e bassi eppure se allenati in maniera adeguata possono rivelarsi un ottimo biglietto da visita per una forma fisica eccellente. Esistono, dunque, una serie di esercizi ad hoc per tonificare questi particolari muscoli.

I muscoli addominali obliqui non godono delle stesse attenzioni di addominali alti e bassi eppure se allenati in maniera adeguata possono rivelarsi un ottimo biglietto da visita per una forma fisica eccellente. Esistono, dunque, una serie di esercizi ad hoc per tonificare questi particolari muscoli.

Si parte con il sit up con torsione su panca declinata. Questo esercizio consiste nell’effettuare torsioni laterali alternate da distesi, avendo cura di sollevarsi completamente. Mentre effettueremo le torsioni del bacino, dovremo necessariamente tenere il busto ancorato al suolo.

Importante è anche il crunch per addominali obliqui. Questo esercizio richiede una leggera torsione degli obliqui. Si consiglia di tenere le mani incrociate sul petto e al momento di andare su occorre toccare con i gomiti le ginocchia del lato opposto, in maniera alternata naturalmente.

E’ consigliabile per lo sviluppo degli addominali obliqui anche il side bend con manubrio, ovvero le flessioni laterali. Basterà mettersi in piedi impugnando il manubrio e flettendo il busto dal suo stesso lato senza piegarsi né indietro né avanti. Fondamentale per una corretta esecuzione è il ritmo della respirazione: inspirazione quando si va giù, espirazione quando si torna su. Mai effettuare il doppio side bend con entrambe le braccia, per rischi di strappi e problemi posturali.

Infine, si può eseguire anche il bridge laterale. Per farlo basta distendersi sul pavimento di lato e con le gambe dritte. Successivamente si appoggia il braccio sotto il corpo, in modo che l’avambraccio aderisca con il terreno. Basterà stare in questa particolare posizione per qualche minuto in modo da far lavorare i nostri muscoli.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail