Dopo gli applausi dell’ultimo Torino Film Festival, dove è stato presentato in prima mondiale con sale sold-out ad ogni proiezione, arriva finalmente nelle sale, distribuito da Istituto Luce-Cinecittà, con un tour di proiezioni-evento e programmazioni che durerà fino a maggio, Borsalino City, il film doc di Enrica Viola dedicato a uno degli oggetti, dei marchi e dei simboli più famosi nel mondo e nella storia del cinema: il mitico cappello Borsalino.

Un mito d’oggi impresso nella memoria di milioni di uomini e donne e di spettatori di pellicole legate indelebilmente all’immaginario collettivo: Casablanca, 8½, Fino all’ultimo respiro, decine di gangster-movie americani e tanti altri film che fino a oggi hanno più o meno consapevolmente citato un oggetto di scena in grado di entrare nell’espressione degli attori più grandi (basti pensare all’addio di Bogart e Bergman all’aeroporto di Casablanca).

Il tour, iniziato da Alessandria, la città dove il 4 aprile del 1857 Giuseppe Borsalino, il capostipite di una grande avventura industriale e di stile, fondò la sua fabbrica di cappelli, prosegue a Roma, per arrivare a Milano il 20 aprile, al cinema Mexico in via Savona 57.

Edouard Burrus, vice presidente di Borsalino, ha affermato: “Il legame fra l’arte del cinema e Borsalino è molto forte e il film BORSALINO CITY ne è l’esempio. Tante le star che hanno indossato e indossano un Borsalino, contribuendo a crearne il mito. Siamo orgogliosi di questa realtà tutta italiana, estremamente artigianale, emblema di eleganza maschile e femminile, che conquista sempre più un mondo glamorous e culturale, come quello del cinema”.

[blogo-gallery id=”1009126″ layout=”photostory”]

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 19-04-2016