Cosa sono i ricostituenti, quando assumerli e come funzionano

I ricostituenti giocano un ruolo molto importante in periodi di gran stanchezza, per iper lavoro, o di stress, mentale e fisico. Sono anche molto utili dopo una malattia, di breve o di lunga durata.

ricostituenti

I ricostituenti possono rappresentare un aiuto concreto in periodi nei quali il nostro fisico risulta debilitato. In commercio esistono moltissimi tipi di ricostituenti, con prodotti anche naturali e omeopatici, da assumere sempre previa richiesta al nostro medico di base o al nostro farmacista di fiducia.

I ricostituenti di solito sono molto utili quando il nostro fisico ha bisogno di energie in più: sono ottimi alleati di salute durante un periodo di stress profondo, sia mentale sia fisico, durante un periodo di troppo lavoro, nel quale avete sofferto di stanchezza, ma anche dopo una malattia, sia di breve che di lunga durata.

I ricostituenti possono essere un ottimo aiuto per permettere al nostro fisico di rimettersi in forma e in forze: ovviamente non fanno miracoli da soli, ma dovranno essere associati ad uno stile di vita sano, ad una dieta equilibrata e varia, oltre che a un po' di movimento.

In commercio esistono moltissimi ricostituenti, che vanno assunti secondo le dosi consigliate dal medico o dal farmacista, per il periodo necessario affunché il nostro corpo ritrovi le forze. Tra i ricostituenti naturali migliori abbiamo la spirulina, il ginseng e il guaranà, questi ultimi due si trovano in commercio sotto moltissime forme.

Ideali, anche i prodotti vitaminici, che ci consentono di compensare laddove la nostra dieta ha qualche lacuna: ma sarebbe meglio curare bene l'alimentazione!

Via | Benessereblog

Foto ! da Flickr di emagineart

  • shares
  • Mail