I rimedi per l'alito cattivo e cosa fare per migliorare

L'alito cattivo, o alitosi, è un imbarazzante disturbo che può avere moltissime cause. Da una scarsa igiene orale fino a patologie del tubo digerente. Vediamo quali rimedi esistono al problema



Esiste un disturbo più imbarazzante a antisociale dell'alito cattivo? Sicuramente non sarà grave, ma piacevole non è. L'alitosi, in realtà, è un problema estremamente diffuso, di cui tutti, magari in alcuni momenti della vita, possiamo soffrire per ragioni diverse.

Una cattiva digestione, un'insufficiente igiene orale, una carie dentale... tante possono essere le cause che provocano una proliferazione batterica nella nostra bocca e, conseguentemente, l'alito cattivo. Talvolta questo disturbo può essere però spia di patologie più serie, come la gastrite, le malattie del fegato o le intolleranze alimentari. Si può curare l'alitosi? Non proprio, diciamo che possiamo agire sull'origine in modo che il sintomo scompaia.

Ad esempio, se sospettiamo di soffrire di un'intolleranza a qualche alimento - il lattosio, o il glutine - facciamo i test per scoprirlo; se soffriamo di disturbi di stomaco come la gastrite o l'ulcera modifichiamo la nostra dieta in modo da alleviare il problema; se abbiamo una carie dentale andiamo dal dentista a curarla. Se, infine, la tendenza all'alitosi non ha tanto una vera e propria origine organica ma è piuttosto di natura ereditaria, congenita e magari legata al ph della nostra bocca, allora cerchiamo di ridurla con rimedi che abbiamo a disposizione e alcuni comportamenti "virtuosi". Quali? Vediamo una bella lista di suggerimenti utili:


  • Smettete di fumare (se non riuscite a trovare altri buoni motivi per farlo, considerate che il fumo appesta il vostro alito e traetene le conseguenze... )
  • Limitare il consumo di alimenti "odorosi" come aglio e cipolla, ma anche i latticini
  • Evitate di rimanere a digiuno troppo a lungo
  • Lavatevi bene i denti spazzolando con cura (lingua inclusa) 20 minuti dopo ogni pasto
  • Masticate gomme allo xilitolo ma evitate le caramelle, specie quelle gommose
  • Mangiate spesso cibi crudi come mele, carote e sedano che aiutano a mantenere sane e pulite le gengive e gli spazi interdentali

  • Usate il filo interdentale almeno una volta al giorno
  • Effettuate sciacqui con collutori o con acqua e bicarbonato di sodio (che ha un effetto disinfettante e antibatterico)
  • Al mattino appena alzati bevete un bicchiere d'acqua a temperatura ambiente con qualche goccia di aceto di mele o di succo di limone
  • Masticate ogni tanto un chicco di caffè o una foglia di salvia
  • Gustatevi delle buone tisane con effetti digestivi e carminativi come quella al finocchio o alla camomilla
  • Insaporite le vostre pietanze con zenzero e curcuma, spezie dalle potenti virtù antinfiammatorie e digestive
  • Bevete tanta acqua naturale e lasciate perdere le bibite zuccherate o dolcificate
  • Usate la buccia di banana (dalla parte interna) per massaggiare denti e gengive prima di lavarvi i denti. E' un rimineralizzante e vi può aiutare a mantenere sana la dentatura e fresca la bocca

Foto| di Db Photography | Demi-Brooke per Flickr

  • shares
  • Mail