Ecco come lucidare le cromature senza rovinarle

Le cromature sono in quasi tutti gli angoli delle case moderne. Non ci avete fatto caso? Eppure le maniglie della cucina sono spesso in acciaio, così come le gambe delle sedie e il set per il bagno, per appendere gli asciugamani o il famoso rotolo. Come si possono lucidare?


Le cromature illuminano le nostre cose con un tocco di modernità e di minimalismo. Sono quei dettagli che danno alla casa carattere e che rendono giovane l’ambiente in cui viviamo. Come si possono lucidare? Prima di tutto, dobbiamo dire che il problema delle cromature non sono le macchie, ma semmai le ditate. Di solito è proprio la manina unta del bambino, la manona bagnata del marito maldestro e un velo di polvere che deve cadere inevitabilmente a rendere necessario un intervento di pulizia.

Si possono lucidare senza rovinarle? Ovviamente sì. Che sia acciaio o il più leggero alluminio, quello che bisogna ricordarsi è di utilizzare sempre un panno morbido. Per fare la polvere non serve altro, inutile spruzzare prodotti. Se invece dovete togliere dell’unto, l’aceto bianco è un valido alleato. Ne potete mettere una goccia su una spugna e rimuovere il punto incriminato.

Esistono poi dei prodotti in crema, come il famoso Sidol, che sono comodi per rimuovere il velo di ruggine o semplicemente l’alone di calcare che può depositarsi su un vecchio rubinetto. Se volete qualcosa di più immediato, provate con la solita miscela di acqua e bicarbonato. L’acqua deve essere tiepida, al fine di sciogliere molto bene il prodotto. Il risultato sarà eccellente.

Via | Pinterest

  • shares
  • Mail