Dormire troppo fa ingrassare? Ecco come il metabolismo funziona nella dieta

E' un quesito che spesso ci poniamo e a cui (magari), non riusciamo a dare una risposta: dormire tanto è un bene per chi debba dimagrire, o invece contribuisce a farci ingrassare? Scopriamolo!


E' opinione comune che il dormire troppo contribuisca a farci ingrassare, forse, perché siamo propensi a pensare che durante le ore "inattive" del sonno accumuliamo chissà quanto grasso nel nostro corpo. Ebbene, cari dormiglioni e dormiglione d'Italia, non è così.

In effetti, non solo dormire non fa ingrassare, ma semmai è l'esatto contrario: è chi soffre di insonnia o disturbi del sonno (parasonnia) che è più a rischio di aumentare di peso. Ci sono diverse ragioni per cui il sonno è un vero alleato non solo della bellezza, ma anche della linea.

Intanto, ragioni di ordine metabolico. E' stato provato che le persone che riescono (beate loro) a dormire almeno 8-9 ore di buon sonno ristoratore ogni notte sono molto più attive di giorno, il loro metabolismo, lungi dall'essere più lento, è invece più rapido ed efficiente, e soprattutto lo stimolo della fame e il senso di sazietà "funzionano" nel modo migliore, senza i classici squilibri di chi, invece, dorma poco e male.

Il nostro corpo, per stare bene, per attivare tutte le funzioni vitali, per mantenere un buon equilibrio, necessita di riposo, un riposo che seppur sia legato alle necessità individuali che cambiano, non può comunque scendere sotto le 6 ore a notte. Durante questa fase, inoltre, non è che si "smetta" di bruciare energie, perché dobbiamo sempre tenere conto che ogni più piccola reazione cellulare ha bisogno di energia per compiersi.

Il cuore che batte, il cervello che si attiva ed elabora i sogni, gli organi della respirazione che ci permettono di inglobare ossigeno anche se non ce ne accorgiamo e tutte le altre funzioni biologiche silenziose necessitano di un dispendio energetico che viene garantito dal metabolismo basale. Se, però, non non dormiamo a sufficienza, le nostre ghiandole endocrine e la produzione ormonale si "sfasano", noi siamo a rischio di fame nervosa e mangiamo di più e peggio, il nostro corpo tende ad accumulare più grassi e il nostro meccanismo appetito-sazietà si inceppa.

Una seconda ragione è intuiva: quando si dorme non si mangia, semplice. Elementare. Mentre quando ci rigiriamo nel letto, o quando le ore che intercorrono tra la cena e la colazione si restringono, abbiamo voglia di mangiare di più. Altrettanto elementare. Insomma, non dovete temere di dormire troppo, a meno che questo troppo non sia di origine patologica, ovvero spia di depressione, o di scompensi endocrini (soprattutto a carico della tiroide). Se vi alzate piene di energia dopo il vostro lungo sonno ristoratore, allora siate grate della vostra "fortuna", vi dovete preoccupare solo se continuate a d avere sonno durante tutto il giorno anche se avete dormito 10 ore a notte. Per il resto, godetevi il vostro meritato riposo e non abbiate timore di ingrassare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail