Femen a seno nudo a Berlino per il diritto alla guida delle donne saudite

Le Femen sono inarrestabili. Un gruppo di quattro attiviste del movimento ha manifestato sostegno alle donne arabe che chiedono il diritto di guidare. Per farlo hanno mostrato il seno nudo dinanzi all'ambasciata saudita di Berlino.

Femen all'ambasciata saudita di Berlino

Continua il tam tam di sostegno all'iniziativa delle donne dell'Arabia Saudita che chiedono a gran voce il diritto di poter guidare. Ieri era il turno dell'attivista sociale e attore comico Hisham Fageeh che ci ha deliziato con una video-parodia e oggi a dare visibilità alla cosa ci ha pensato un gruppo di Femen, che ha manifestato a seno nudo dinanzi l'ambasciata saudita a Berlino.

E così, un manipolo di quattro attiviste ha mostrato le grazie (tuttavia coperte da body painting studiato ad hoc) al mondo per dare il proprio personale contributo alla causa del diritto alla guida. Le ragazze si sono presentate a bordo di una station-wagon grigia dinanzi ai cancelli dell'ambasciata spogliandosi poi dei vestiti ed esibendo cartelli e frasi ironiche.

Femen all'ambasciata saudita di Berlino

Femen all'ambasciata saudita di Berlino
Femen all'ambasciata saudita di Berlino
Femen all'ambasciata saudita di Berlino
Femen all'ambasciata saudita di Berlino

Sul petto e sulla schiena delle fanciulle si potevano leggere slogan in verde (come la bandiera saudita) tipo "No woman, no drive" (no donna, non guidare) oppure "Freedom has no limits" (la libertà non ha limiti) o ancora "Too fast too furious" ricordando il titolo dell'action movie di automobili spericolate.

Ancora più esaustivi gli striscioni tenuti in mano dalle manifestanti che esprimevano il loro dissenso attraverso frasi come "Camels for men, cars for women!" (cammelli per gli uomini e macchine per le donne) o "Faster than your development" (più veloci del vostro sviluppo).

Intanto in rete continuano a circolare video di donne saudite impegnate a guidare nonostante i divieti. La mobilitazione è di carattere generale e della questione oramai si parla a livello mondiale, come dibattito sociale. Ricordiamo che l'Arabia Saudita è uno dei paesi col gap uomo-donna più arduo da colmare secondo le stime del World Economic Forum. Già quindi poter pensare di fare un passo avanti ed eliminare il divieto sessista che limita la libertà di circolazione alle donne sarebbe già un grande risultato. Speriamo si possa andare anche oltre.

Femen all'ambasciata saudita di Berlino
Femen all'ambasciata saudita di Berlino
Femen all'ambasciata saudita di Berlino
Femen all'ambasciata saudita di Berlino

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail