Trucco minerale Bellapierre con i 5 preferiti di Pinkblog

A Pinkblog piace il trucco minerale e bio, non è una novità. Per questo oggi parliamo del marchio di cosmesi Bellapierre, con le 5 proposte del brand che ci solleticano di più. Se siete curiose leggete il post che segue!

Sono passati già più di otto anni da quando David Oren, guru del maquillage, ha sbaragliato il mercato lanciando la sua linea di trucco minerale targata Bellapierre. E anche se la carta d'identità del brand riporta una nascita continentale va detto che il suo papà ha origini israeliane e la scelta del nome ha un sapore italo-francese. Bellapierre deriva infatti dal termine italiano "bella" e "pierre" che in francese significa pietra. La "bella pietra" in questione, neanche a dirlo, è la mica, minerale base di ogni cosmetico del marchio.

Come dicevamo, dall'anno di uscita ad oggi, Bellapierre ha raccolto larghi consensi, in special modo fra molte star d'oltreoceano che non fanno mistero del suo utilizzo (alcune di esse: Sheryl Cole, Sophie Ellis-Bextor, Selena Gomez). In Italia questi cosmetici sono facilmente reperibili online o nelle bioprofumerie e farmacie più fornite. Il marchio offre una certa varietà di offerta, con prodotti viso, occhi, labbra, guance, skin-care e accessori per il trucco, ma non potendo parlare di tutti Pinkblog ha stilato la lista dei suoi 5 preferiti.


  1. Fondotinta minerale compatto - Lo mettiamo nella top five per alcune ragioni. La prima: a differenza di molti altri fondi compatti non non contiene talco e l'unico ingrediente di sintesi è il Lauroyl Lysine, un aminoacido derivato dal cocco perfettamente tollerato dalla pelle. La seconda: ha ben dieci nuances diverse fra cui scegliere, da quelle più chiare di Ultra e Ivory alle più scure di Chocolate Truffle e Double Cocoa. Inoltre le tonalità sono mixabili fra loro per trovare il proprio colore perfetto. In ultimo, volete mettere la comodità di una base compatta rispetto ad una in polvere libera? Non c'è paragone.

  2. Make-up base - Questo prodotto è ufficialmente un primer viso/occhi cremoso che fa durare di più le polveri minerali, ma ha anche un'altra dote nascosta. Può infatti essere usato per coprire le imperfezioni del viso quali occhiaie e macchie della pelle semplicemente mescolandone una punta con un po' di correttore o fondo polveroso. L'INCI è ottimo, la stesura semplice (si applica con le dita o si stende con un pennellino) e la resa estetica perfetta: effetto matte su tutta la pelle che dura a lungo. Altro lato positivo, non ha un costo particolarmente elevato per il lavoro che svolge.

  3. Lip liner - Se i rossetti del marchio li teniamo fuori dalla nostra lista (sono ottimi ma non hanno alcuna particolarità), diverso trattamento dedichiamo alle matite per labbra. Quattro bei colori caldi e vibranti, tutti adatti alle ragazze vegane in quanto fra gli ingredienti non c'è il colorante carmine (invece presente nei gloss e nei lipstick), tratto morbido, confort grazie alla vitamina E e all'olio di jojoba, waterproof. Così non si deve temere che bere un po' d'acqua faccia sbavare via il trucco.

  4. Get the look kits - Oltre al comodo starter kit del marchio, che ci permette di avere racchiusi in un set tutti gli essenziali per prendere confidenza con il trucco minerale, ci sono anche sei allettanti proposte di Look Kits composte da una base, due pennelli occhi e tre ombretti quasi tutti in scala cromatica. Si va dal classico trio nero, grigio bianco per il classico smokey eyes fino ad arrivare al coloratissimo Vibrant kit con un giallo, un arancio-bronzo e un verde-oro. Davvero belli.

  5. Professional brush Sanitizer - Non è un cosmetico per noi bensì per i nostri bei pennelli di trucco minerale. Più volte Pinkblog vi ha detto quanto mantenere i proprio strumenti di maquillage belli puliti sia d'aiuto per mantenerli in vita più a lungo ed evitare allergie alla pelle. Ebbene, per chi vuole una soluzione rapida ed efficace questo prodotto è l'ideale: si spruzza sulle setole, si massaggiano via i residui di sporcizia e si attende che il pennello si asciughi prima di utilizzarlo. La cosa ottima è che questo sanitizer va bene sia per le setole naturali sia per quelle sintetiche, quindi con si deve adottare una procedura di pulizia differente per ciascuno dei pennelli del nostro beauty.

Foto | Facebook - Bellapierre Cosmetics Official

  • shares
  • Mail