Cucire una maglietta strappata: ecco come fare

Cucire una maglietta strappata non è un'impresa impossibile, basta solo munirsi di ago e filo e di un po' di pazienza, oltre che conoscere la tecnica base per poter cucire senza che si vedano i vari passaggi.

Cucire una maglietta

Cucire una maglietta strappata non è un'impresa impossibile, nemmeno per chi non è una sarta esperta. Bisogna ovviamente vedere il punto esatto nel quale la maglietta ha subito la rottura accidentale, ma c'è sempre un rimedio da mettere in atto con un po' di idee e con il cucito creativo.

Per poter cucire una maglietta che si è strappata vicino ad una cucitura, vi basterà prendere un filo dello stesso colore del capo, così si confonderà meglio, e praticare una nuova cucitura parallela a quella originale, senza gonfiare troppo i lembi dello strappo e cucendoli con cura e piccoli punti. Ovviamente andrà cucita a rovescio, con tanta pazienza.

Se la maglietta, invece, si è strappata in un altro punto ben più visibile o la portate da una sarta esperta (se vostra mamma o vostra nonna lo sono, meglio ancora) oppure potete coprire il danno applicando dei fili di perline, dei fiorellini, dei ricami già pronti da applicare. Così non solo avrete cucito la maglietta strappata recuperando il danno, ma avrete anche un capo tutto nuovo e personalizzato.

Ecco come rinnovare la vostra maglietta strappata!

Foto | da Flickr di idhren

  • shares
  • Mail