La ricetta delle chiacchiere per i celiaci e gli intolleranti al glutine

Le persone che soffrono di celiachia o di intolleranza al glutine possono mangiare i dolci tipici del Carnevale, le chiacchiere? Sì, ma solo se si usano farine "speciali". Ecco la ricetta!


Chiacchiere-senza-glutine
Le chiacchiere, anche chiamate frappe, crostoli o cenci, sono i tipici dolci di Carnevale, che nella versione originale sono preclusi ai celiaci, ma anche a tutti coloro (e sono davvero tanti) che soffrono di intolleranza al glutine. Quest'ultima è una proteina che è presente in molti cereali usati comunemente in cucina, tra cui, naturalmente, il frumento.

Tanto per intenderci proprio il glutine è quella sostanza che consente alle farine di "agglutinarsi", ovvero di diventare impasti elastici ed omogenei se lavorati con l'acqua. La farina 00 è in genere quella che viene utilizzata per preparare tutti i dolci lievitati che conosciamo, dalle torte alle crostate, dai biscotti alle frittelle di Carnevale, appunto.

La ricetta originale delle chiacchiere, o frappe, che si possono preparare tradizionalmente friggendole in olio bollente, o in versione light al forno, non è adatta chi abbia problemi a digerire il glutine. La celiachia è, infatti, proprio un'intolleranza grave e cronica a questa proteina, che deve essere bandita dalla dieta di chi ne soffra.

Detto questo, per fare i dolci di farine ne esistono tante altre, senza contare che in commercio si trovano anche farine e derivati di frumento per celiaci a cui il glutine è stato sottratto. Ed è proprio con queste che faremo le nostre ottime chiacchiere "speciali". Ecco la ricetta:

Ingredienti:


  • 300 g di farina senza glutine (ad esempio Mix di Farine senza Glutine per Pasta all'Uovo oppure 200 g di Mix C più 100 g di Biaglut per impasti lievitati)
  • 3 uova piccole o 2 grandi
  • 50-60 g di zucchero (vanno bene anche 40 se non amate i gusti troppo dolci)
  • 30-50 g di burro (eventualmente margarina priva di grassi trans per gli intolleranti al lattosio)
  • 4 cucchiai di liquore (Marsala, grappa, Sambuca, rum eccetera)
  • Zucchero a velo
  • Olio di arachidi o di semi di girasole per friggere

Preparazione:
Su un piano da lavoro versate le farine formando la classica fontana con l'incavo al centro dove verserete le uova intere, lo zucchero e il burro o la margarina morbida a tocchetti. Lavorate fino a creare un bell'impasto omogeneo e formate una palla che avvolgerete con la pellicola trasparente. Fate riposare per mezzora, quindi stendete la pasta con il mattarello (o usate la macchina per la pasta) e lavoratela fino a creare una sfoglia molto sottile, un po' come quella per la pasta all'uovo.

A questo punto, usando la rotella dentata, ricavate dalla pasta dei rettangoli delle dimensioni di 2x6, e praticate dei tagli longitudinali al centro (due per chiacchiera). Friggete in olio bollente per pochissimo, il tanto che diventino dorate. Scolatale, spolveratele di zucchero a velo. E dopo il piacere della gola, gustatevi anche un interessante video che approfondisce il discorso sulla celiachia e sulle intolleranze al glutine.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: