Zampe di gallina, si potrà usare il botulino per spianare le rughe

Anche l'Italia ha dato il via libera all'utilizzo del botox per ridurre anche le tipiche rughette del contorno occhi, le zampe di gallina...

Amiche afflitte dalla cosiddette "zampe di gallina", le antiestetiche rughe che si formano nella zona perioculare, forse questa notizia vi rallegrerà: anche nei Centri di Medicina estetica italiani sarà finalmente possibile trattare questo inestetismo con le iniezioni di tossina botulinica, ovvero con il botox.

Probabilmente pensavate che questo fosse già possibile, in realtà, fino a ieri, il botulino poteva essere usato, nel nostro Paese, solo per spianare le rughe glabellari, ovvero quelle che si formano nell'area della fronte e in particolare i segni verticali tra le sopracciglia che in genere tutti abbiamo perché sono un tipico segno di espressione.

Laid-Off Workers Get Employment Tips And Free Botox Treatments

Questa limitazione, importa dall'AIFA, ovvero l'Agenzia italiana del Farmaco, era osteggiata dai chirurghi estetici italiani, che insistevano sull'innocuità della tossina botulinica, che peraltro ha un effetto anti rughe del tutto transitorio. Nel giro di sei mesi questa sostanza viene metabolizzata dall'organismo e quindi non lascia traccia.

Peltro l'efficacia dell'uso del botox nella zona perioculare e intorno alla bocca è stata dimostrata in modo tale da non lasciare adito a dubbi, e del resto altre nazioni, come gli Stati Uniti e la Francia, da tempo permettevano che le iniezioni della tossina fossero eseguite in varie zone del volto per renderlo più liscio e spinare le rughe.

Quindi, da ora in avanti, il trattamento con la tossina botulinica OnabotulimtoxinA sarà possibile anche sulle zampe di gallina da moderate a gravi. Ecco il commento di Massimo Signorini presidente di Aiteb, Associazione italiana Terapia Estetica Botulino sull'inziativa dell'AIFA:

Questo traguardo non solamente conferma che la tossina botulinica, se correttamente utilizzata, permette di attenuare le rughe perioculari, ma amplia di fatto lo spettro del suo campo di azione: accanto alla zona glabellare, ovvero per il trattamento delle linee verticali che si trovano tra le sopracciglia, ora è riconosciuta anche per le rughe perioculari. Il botulino si conferma quindi un trattamento sicuro ed efficace. Questa nuova certificazione sull'efficacia e sulla sicurezza del trattamento, conferma quanto in ambito clinico già si sapeva. Del resto la tossina botulinica viene utilizzata per questa zona del volto da oltre dieci anni; il trattamento è stato effettuato su milioni e milioni di pazienti in tutto il mondo e l'ampia letteratura disponibile ha sempre confermato la sua sicurezza e la sua efficacia nel trattamento delle rughe perioculari

Insomma, lotta dura contro le zampe di gallina ma... se pensate di approfittare della novità e farsi fare le punturine di botox per cancellare quei segnetti antipatici intorno ai vostri occhi, affidatevi sempre a chirurghi di comprovata serietà, perché l'estetica è seconda alla salute, sempre.

  • shares
  • Mail