I falsi rimedi della nonna per rimanere incinta

Saranno pur sagge le nonne a consigliare certi rimedi casalinghi. Ma spesso quando si tratta di gravidanza i consigli diventano leggende senza alcun fondamento di verità. Vediamo i falsi miti più gettonati su come restare incinte.

Ahhh le ave, quanta saggezza e quanta esperienza a proposito delle cose della vita. Si, ma a volte dietro i loro suggerimenti ci sono delle vere e proprie leggende metropolitane, soprattutto a proposito della gravidanza. Ecco quindi una carrellata dei migliori falsi rimedi della nonna per rimanere incinta, dei veri e propri miti che nonostante la moderna cultura e informazione sull'argomento, non faticano a sparire.


  • Non lavarsi nelle 24h dopo il sesso - Partiamo da qualcosa di decisamente divertente, quantomeno per quanto riguarda gli effetti sul nostro prossimo. Rimanere sporche come le donne delle caverne per una giornata intera, ci duole dirlo, ma non aumenta le probabilità di restare incinte, semmai solo quelle di venire debitamente evitate per l'olezzo. La verità è che doccia, bagno ma anche le tanto temute irrigazioni vaginali, potrebbero influire sul concepimento solo se avvenissero pochi istanti dopo il sesso o qualora il rapporto fosse già consumato in acqua. Negli altri casi, lavatevi in serenità!

  • Non fare pipì per le 3 ore successive al rapporto - Già vi vediamo, intente a trattenervi a fatica come prima di un'ecografia pelvica. Ebbene, rilassatevi e fare pure pipì liberamente, perché ciò non influisce assolutamente sulle vostre possibilità di concepire. Una volta che lo spermatozoo è venuto a contatto con l'ovulo, solo la pillola del giorno dopo può interrompere la gestazione. Quindi state tranquille e fate pipì quando vi scappa, perché proprio non ha senso non farla.

  • Fare una cura di vitamine - Le vitamine, lo sappiamo, fanno bene all'organismo e lo fanno funzionare bene. Tuttavia, che fare una cura di integratori o scorpacciate di frutta e verdura possa facilitare il concepimento, è una falsa credenza. Le vitamine non aumentano le probabilità di restare incinte, al massimo vi fanno pelle e capelli bellissimi. Forse questo vi porterà più spasimanti, ma nessuna garanzia dell'arrivo della cicogna.

  • Mangiare più latticini - Le nonne dicevano "latte tira latte", sostenendo che consumare prodotti caseari favorisse l'allattamento. Ma c'è anche chi ha mutuato questo detto per la precedente fase della procreazione. In verità se volete immergetevi come Cleopatra in una vasca di latte di asina fatelo pure, ma sappiate che poi berlo tutto non avrà alcuna incidenza sui concepimenti futuri. Anzi, se soffrite di acidità di stomaco o colon irritabile avrete come unico risultato quello di peggiorare la sintomatologia di questi disturbi.

  • Mangiare patate - Inutile dirlo, trattasi di una bufala. Anche se persino Kate Middleton ha dato credito a questa diceria nel tentativo di avere due gemelli. No, mangiare patate con la buccia non porta all'iperovulazione e neppure consumare patate dolci interagisce con la fertilità. Se i tuberi vi piacciono mangiateli pure, ma solo perché sono gustosi e non perché facilitano l'avvento della cicogna.

  • Fare sesso il giorno previsto per l'ovulazione - Attenzione, se avete un ciclo regolare di sicuro potete usare il metodo del calcolo dei giorni fertili per aumentare le probabilità di concepire. Ma non pensate che fare sesso unicamente il giorno della prevista ovulazione sia garanzia di successo. Per incrementare le chances di concepire semmai mantenete un ritmo dei rapporti settimanali costante (non lasciate passare più di due giorni da un rapporto all'altro), ma evitate invece di segnare una data unica sul calendario.

Rimedi_falsi_gravidanza

E ora che sulla faccenda ne sapete più di lei, andate pure a fare quattro chiacchiere con la nonna!

Foto | da Flickr di paparutzi

  • shares
  • Mail