I portafiori in pasta di sale shabby chic ad effetto merletto

Pasta di sale non solo decorativa ma anche utile? Certo che si. Ecco come realizzare degli originali portafiori dal sapore shabby chic

La pasta di sale, alleata impareggiabile per i nostri attacchi d'arte, è anche una materia malleabile che ci aiuta a realizzare simpatiche utility per la casa. Un esempio sono i contenitori di vario tipo, come i portafiori, che possono essere creati facilmente utilizzando il nostro panetto magico, debitamente lavorato al fine dare un tocco shabby chic alle stanze.

Ovviamente dobbiamo considerare che la pasta di sale è particolarmente sensibile all'umidità, perciò le nostre creazioni saranno di fatto una sorta di "imbottitura" per vasetti in vetro o coccio un po' vecchi e scoloriti. Qui di seguito l'occorrente per la realizzazione.

Ci serviranno: panetto di pasta creato secondo la ricetta base (più aggiunta di un cucchiaio di pittura acrilica bianca e un cucchiaino di succo di limone), vecchi merletti, matterello in legno, lacca per capelli, pennello a manico lungo, flatting trasparente.

Pasta_sale_portafiori

Stendiamo la sfoglia sul piano da lavoro ad uno spessore di 5-6mm e coppiamo con in retro di un bicchiere o di una tazza un tondino, assicurandoci che sia abbastanza grande da contenere comodamente la base del portafiori che vogliamo coprire. Adagiamo poi i merletti sul resto dell'impasto e imprimiamo la trama passandoci sopra il matterello infarinato.

Solleviamo poco alla volta il merletto facendo attenzione a non rovinare il motivo appena impresso. Appoggiamo il vaso da fiori sopra al tondino, bagniamo i bordi esterni con un po' d'acqua e poi adagiamo sopra la sfoglia texturizzata col merletto, tagliandola della misura giusta.

Pressiamo con le dita per far si che la pasta aderisca bene al vaso e alla base ed inseriamo all'altezza del surplus superiore dei fogli di carta di giornale accartocciati. In questo modo eviteremo che l'impasto si ribalti su se stesso. Cerchiamo di lasciare poi una bocca sufficientemente larga per poter togliere facilmente il vasetto interno quando serve.

Mettiamo il portafiori vicino al termosifone cambiandogli posizione di tanto in tanto per farlo seccare bene da ogni parte e quando la struttura si sarà irrigidita togliamo il vaso in vetro o coccio e terminiamo l'asciugatura della pasta in forno a 70° C per almeno un'ora.

Quando il portafiori si sarà freddato vaporizziamo su tutta la superficie della lacca per capelli alcolica, che asciugherà ulteriormente l'impasto, poi usiamo il pennello a manico lungo per foderare interni ed esterni con il flatting trasparente. Questo ci darà la garanzia di una perfetta tenuta stagna contro l'umido.

Quando l'odore del flatting sarà sparito potremo rimettere il vaso di vetro o coccio all'interno, pieno d'acqua e con qualche bel fiore. Sarà il pezzo d'arredo che tutte le amiche ci invidieranno.

Foto | da Pinterest di Sam Lam

  • shares
  • Mail