• Auto

Auto e donne, frasi e stereotipi da dimenticare

Auto e donne, frasi da dimenticare, perché spesso sono stereotipi duri a morire. Eppure ancora continuano a girare.

Donne e motori, gioie e dolori. O ancora, donna al volante, pericolo costante. Quante volte ancora dobbiamo ascoltare questa tiritera che vede le ragazze come incapaci di guidare, di parcheggiare, di fare manovra? O come trofei da esibire proprio come se fossero delle Ferrari che tutti ammirano? Siamo un po’ stanche di certe frasi, che ritroviamo purtroppo spesso. Ovunque. Auto e donne in frasi che non ci piacciono sono spesso protagoniste di stereotipi duri a morire.

Per sfatare un mito duro a morire, arriva una ricerca nazionale condotta da ECU testing, dedicata a manutenzione automobilistica, sicurezza stradale e sicurezza alla guida. Uno studio per capire chi guida meglio e chi si prende cura della propria auto con più attenzione. Per quello che riguarda gli incidenti avvenuti con torto, il 41% degli uomini intervistato ha ammesso di aver causato un incidente, contro il 16% delle donne. L’97% degli uomini invece si sente al massimo della sicurezza quando guida in condizioni meteo estreme, contro il 71% delle donne, che invece guidano con maggiore sicurezza e più prudenza. Peccato che solo il 3% degli italiani pensi che le donne siano migliori al volante.

Un altro studio scientifico, poi, conferma che le donne non sono un pericolo quando sono alla guida. Un team di ricercatori della Bradford University (Inghilterra) ha svelato che le donne hanno un comportamento migliore quando sono al volante rispetto agli uomini. Perché sono più prudenti, responsabili e seguono tutte le regole di sicurezza.

Siamo più prudenti. E questo ci premia, perché facciamo meno incidenti. Anche quando li facciamo i danni sono minori. Eppure spesso ci troviamo di fronte a frasi che negano le nostre capacità. O peggio, che fanno dell’ironia maschilista di cui faremmo volentieri a meno. Ecco una serie di aforismi entrati nella storia, che potremmo far uscire velocemente dalla porta di servizio da quanto non ne abbiamo bisogno.

Quali sono le auto più acquistate dalle donne?

Auto e donne, frasi

Auto e donne, frasi infelici di personaggi famosi

Donne al volante pericolo costante è la classica frase che ci sentiamo dire quando prendiamo la patente. E ci accompagnerà per il resto della vita. Così come, Donne e motori, gioie e dolori. Che sottintende che siamo complicate. Forse è un po’ vero, ma perché paragonarci sempre alle auto? Ci sono poi personaggi famosi che hanno esternato frasi che abbiamo fatto fatica a digerire.

Il primo a macchiarsi di una frase decisamente infelice è il Principe Filippo di Edimburgo. Ma del resto il marito della Regina Elisabetta II ci ha abituati anche a peggio.

Se un uomo apre la portiera dell’auto alla moglie o è nuova l’auto o è nuova la moglie.

L’attore Tim Allen, nonostante sia un attore comico, con questa sua esternazione non ci fa per niente ridere.

Gli uomini guardano le donne così come guardano le macchine… Tutti guardano le Ferrari. Di tanto in tanto ci piace un furgoncino, e tutti compriamo le station wagon.

Paolo Burini, invece, critica solo la moglie.. Che sarà stata felice di leggere quanto segue:

Mia moglie non è una gran guidatrice. Nella sua macchina ho dovuto installare un sedile eiettabile.

E, infine, un’altra frase infelice di un altro attore comico, Francis Blanche.

Quando un uomo ti dice che ha cambiato auto, se voi approfondite meglio, vi accorgerete che avrebbe preferito cambiare compagna, ma davanti alle difficoltà, ha optato per la prima soluzione.

Suvvia, siate originali: smettetela con questi stereotipi che non fanno più ridere nessuno!

Foto iStock

I Video di Pinkblog

Boh Tea Bags