Il dress code del matrimonio sta diventando sempre più frequente anche in Italia… ed era ora! Sono sempre di più le coppie che scelgono di dare indicazioni agli invitati su come vestirsi, su cosa evitare e che colori preferire. La scelta di dare un dress code per gli invitati del proprio matrimonio nasce in America, dove ogni cerimonia è curata in ogni minimo dettaglio.

Vedere le cerimonie americane perfette, bellissime ed eleganti, con gli invitati in palette e coordinati, è sempre affascinante. In Italia, solitamente, ognuno si veste come preferisce e agli sposi non resta che sperare che nessuno si presenti in giallo fluo, rosso o viola, o peggio ancora, in nero o in bianco.

Nel nostro Paese non si possono ancora dare regole troppo dettagliate, sarebbe troppo scortese dato che non è una cosa comune, ma si possono dare delle piccole indicazioni. Gli invitati possono poi chiedere spiegazioni o consigli e, in questo caso, si può essere più specifici e dare delle indicazioni più dettagliate.

Come comunicare agli ospiti il dress code del proprio matrimonio

Come si può comunicare il dress code delle nozze ai propri invitati? Secondo le regole del galateo, il dress code va indicato con una dicitura, in basso a sinistra, negli inviti e nelle partecipazioni. L’invito è la prima cosa che vedono gli ospiti, viene consegnato parecchi mesi prima e quindi si ha tutto il tempo per organizzarsi e per informarsi.

L’indicazione deve essere chiara e leggibile, in modo che non ci sia spazio ai fraintendimenti. In Italia si usa indicare nell’invito se si tratta di un matrimonio in tight, cioè che si celebra al mattino o nel primissimo pomeriggio. Potreste anche indicare i colori delle vostre nozze oppure se preferite look con abiti corti o lunghi, se non volete alcuni specifici colori e così via.

È chiaro che non si può fare un lungo elenco perché sarebbe scortese. Bisogna chiarirsi bene le idee e concentrarsi sulle indicazioni più importanti. Ci vorrà un po’ di impegno, ma vedrete che ne varrà la pena.

Indicare un dress code specifico vi permetterà di avere un matrimonio più bello e incentrato sui vostri gusti. Inoltre anche le foto e i video saranno più belli, perché l’atmosfera generale delle nozze sarà coerente e senza nulla che stoni. Sono piccoli dettagli, ma fanno grandi differenze.

Dress code degli invitati: le regole base da rispettare

Dress code del matrimonio consigli

Ci sono delle regole che valgono per tutti i matrimoni e che ogni ospite dovrebbe rispettare. Regole che esistono dalla notte dei tempi, che sono sempre valide e non serve specificare nel dress code del proprio matrimonio.

  • Le donne non devono mai vestire di bianco, ma anche in avorio, grigio chiarissimo e tutto ciò che rimanda al bianco. Il bianco è il colore della sposa.
  • Il nero è un colore che va assolutamente evitato, anche nei matrimoni di sera. Le donne possono però optare per il blu, che è altrettanto elegante e sobrio.
  • Le damigelle dovrebbero coordinarsi con la sposa e chiedere a lei consigli e indicazioni. Sarebbe bene che le damigelle si vestissero in modo coordinato o almeno con colori che stanno bene. Nelle foto saranno spesso tutte insieme e colori troppo accesi o sgargianti sarebbero fuori luogo. Lo stesso discorso vale anche per i testimoni, sia donne che uomini.
  • Le mamme degli sposi e i testimoni dovrebbero essere un po’ più eleganti degli altri, a loro è concesso qualche sfarzo in più.
  • Le donne devono evitare spacchi e scollature profonde, ma anche gioielli oversize, cappelli stravaganti e in generale tutto ciò che è eccessivo.
  • Gli uomini non devono cedere al fascino di accessori troppo stravaganti, come abiti con tessuti lucidi, calzini colorati, cravatte appariscenti e così via.

Foto | Pixabay e Pixabay

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Wedding Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Abbronzatura artificiale