Conosci la ricetta dell’insalata liquida dello chef Cannavaciuolo? Se ti stai chiedendo il perché di questa domanda, te lo spieghiamo subito. Il mese di gennaio è comunemente attraversato dal rimpianto. Sì, quello di – con la scusa del “tanto è festa…” – avere ingurgitato praticamente tutto quello che, di commestibile, ci è passato sotto il naso dall’8 dicembre ad oggi. Ebbene, è arrivato il momento di correre ai ripari. E qual è la più valida e fedele compagna dei nostri buoni propositi a tavola? Sì, indovinato. L’insalata!

Quella che ti suggeriamo sotto, però, non è la classica miscellanea di lattuga, radicchio e pomodori tristemente abbandonati su un piatto. Già, non ci avrai fatto così banali?! Per rendere la tua fase detox più avvincente, punta sull’insalata liquida dello chef Antonino Cannavacciuolo, uno spettacolo alla sola vista. Procurati quanto segue e realizzala per la tua cena. Ok, ti anticipiamo: non è esattamente light, ma puoi gustarla come piatto unico, sarà sempre più emozionante del menù dietetico che ti eri prefissata di portare in tavola. Se ci pensi bene fornisce le vitamine ed i sali minerali della scarola, le proteine della burrata e degli scampi ed i carboidrati del pane.

Insalata liquida, ricetta dello chef Cannavacciuolo

Tra le insalate stellate, questa spicca per il perfetto bilanciamento dei colori, dei sapori e delle consistenze. Non le manca nulla, insomma. Ecco come puoi prepararla (anche tu).

L'insalata liquida dello chef Cannavacciuolo

Ingredienti dell’insalata liquida

  • 1 cespo di insalata scarola
  • 1 dl di olio extra vergine di oliva
  • sale qb
  • acqua di raffreddamento
  • acido ascorbico
  • 1 burrata di bufala
  • 0,5 dl di crema di latte
  • briciole di pane di Fobello
  • 15 gr di acciughe dissalate
  • 1 rametto di timo citron
  • un rametto di santoreggia
  • 1 rametto di maggiorana
  • 4 scampi di media grandezza

Come si prepara l’insalata liquida

Taglia l’insalata e lavala bene, quindi falla sbollentare per pochi minuti in acqua salata alla quale avrai aggiunto l’acido ascorbico. Quest’ultimo non è un ingrediente aggiunto alla lista per metterti in crisi, serve semplicemente per evitare l’ossidazione dell’insalata e per evitare di farle perdere il suo vivace colore verde. Scolala direttamente in acqua e ghiaccio ma conserva l’acqua di raffreddamento. Scola l’insalata da questa e strizzala bene. Frullala con l’acqua di raffreddamento (che, siamo sicuri, non avrai gettato via, vero?) emulsionandola con olio extra vergine di oliva e regolando con il sale. Adesso viene la parte più interessante, quella nella quale non avrai più a che fare con “erbe” ma potrai toccare con mano nientepopodimeno che una burrata. Bene, privala del suo involucro di pasta filata e tieni il cuore. Frullalo unendo il latte.

Taglia il pane a fette e conserva le briciole. Preleva le acciughe dal sale, puliscile, dissalale e conservale in olio extra vergine di oliva. Sfoglia i rametti delle erbe aromatiche tenendo solo le foglie più piccole. Versa la stracciatella in un piatto fondo con delicatezza per evitare schizzi (usa un cucchiaio). Coprila con l’insalata liquida, unisci le briciole di pane, le acciughe e le erbe aromatiche. Completa il piatto adagiando sopra uno scampo tagliato in due e gusta.

Ps. Te lo diciamo sottovoce ma, in mancanza del pane di Fobello, puoi anche utilizzarne un altro, purché sia all’altezza.

Photo | Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Ricette Leggi tutto