Il noto giornalista Paolo Brosio ha ricordato sua madre, morta a 102 anni, e l’ultimo incontro dal vivo avuto con lei.

Un rapporto speciale quello tra Paolo Brosio e sua madre Anna, di recente scomparsa all’età di 102 anni. Dopo aver raccontato di quella videochiamata nella quale ha dato l’ultimo saluto alla donna, il giornalista ha rivelato al Corriere della Sera che, in realtà, il giorno prima dell’addio vero e proprio, c’era stato come un presentimento.

Paolo Brosio e l’ultimo incontro con la madre

Paolo Brosio
Paolo Brosio

Nel corso dell’intervista, Brosio ha raccontato di aver ricevuto tantissimo affetto dopo la scomparsa della madre. Un qualcosa di inatteso: “Se me lo aspettavo? No e sono davvero grato, ho ancora 500 messaggi sul telefonino che non sono riuscito ancora a leggere. Alla camera ardente sono venuti il ct Marcello Lippi, il conduttore Carlo Conti, l’ex calciatore Nicola Zanone. Andrea Bocelli e sua moglie mi hanno scritto una lettera bellissima. I giornali locali hanno dedicato le locandine alla mia mamma”.

Nei giorni scorsi, il giornalista aveva raccontato di aver visto gli ultimi minuti di vita della madre tramite una videochiamata visto che si trovava lontano da lei per lavoro. In realtà, però, il giorno prima, mamma e figlio si erano ritrovati.

“Sì, il 17 pomeriggio dovevo andare a Brescia per lavoro e sono passato da lei a darle il solito bacio. Dormiva. Me ne sono andato, ma davanti all’ascensore ho sentito qualcosa che mi richiamava indietro. Allora sono tornato, mi sono inginocchiato accanto al suo letto, ho recitato un Pater, un Gloria e un’Ave Maria e sono scoppiato a piangere. Le ho detto: “Mamma, ci rivediamo in cielo”.

Infine un ricordo della gioventù: “Mi cazziava sempre. Del resto ero la pecora nera. Per andare a scuola mi faceva mettere i pantaloni di vigogna, maglione blu e camicia bianca: non sa quanto mi prudevano, io sognavo i jeans come i miei compagni. Poi passammo al velluto”. […].

Riproduzione riservata © 2024 - PB

ultimo aggiornamento: 26-04-2023