Sanificare l’auto ha davvero senso? C’è chi non ha mai pulito il suo mezzo di trasporto, non tenendo troppa in considerazione l’igiene quando si viaggia. E c’è chi, invece, è maniaco della pulizia dell’auto e passa le sue domeniche all’autolavaggio o sotto casa per poter avere l’auto più linda del mondo. Tra queste due posizioni, però, c’è sempre una sana via di mezzo.

Con la questione emergenza Coronavirus, abbiamo imparato che con l’igiene non si scherza. Proprio la pulizia delle mani, ma non solo, è alla base per contrastare il virus che ha causato una pandemia mondiale. Ogni oggetto che tocchiamo quando siamo fuori e non possiamo lavarci le mani, deve essere pulito con cura. Ad esempio sappiamo che lo smartphone e i telecomandi sono di sicuro tra le cose più sporche con cui possiamo venire a contatto ogni giorno.

L’automobile è senza dubbio una delle cose che potremmo aver maggior bisogno di pulire. Pensiamoci un attimo: quando usciamo di casa, nessun problema, perché si presume che le nostre mani siano pulite. Ma poi in giro tocchiamo i prodotti che compriamo quando facciamo la spesa, posate e bicchieri al bar o al ristorante o magari in ufficio porte, tasti degli ascensori. Tutte le volte che tocchiamo qualcosa e prima di salire in auto ci igienizziamo le mani con cura? Pensiamo a quante volte lo abbiamo fatto prima di prendere le chiavi dalla borsa, di aprire la portiera o di mettere le mani sul volante, sulla radio, sul freno a mano…

Dobbiamo prestare molta attenzione, per questo è bene pulire di tanto in tanto l’automobile, igienizzandola con cura. Esistono dei prodotti e dei sistemi pensati appositamente per poter sanificare e igienizzare l’auto, ogni volta che ovviamente ha senso. Perché in tutti gli altri casi basta una semplice pulita con mascherina e guanti.

sanificare l'auto

Quando igienizzare l’auto

Cerchiamo di igienizzare e sanificare l’auto ogni volta che ne ha veramente bisogno. Ad esempio quando abbiamo fatto salire una persona non convivente: abbiamo magari dato un passaggio a un amico, a un collega, a una persona che non vive stabilmente con noi. Forse una pulita maggiore potrebbe essere necessaria, per essere sicuri.

Oppure ogni volta che abbiamo il dubbio di non aver pulito con cura le mani prima di toccare l’abitacolo o le portiere. Potrebbero aver bisogno di una maggiore pulizia, rispetto al passaggio di spugna e normali detergenti per la pulizia.

Ovviamente, andrebbe sanificata se siete risultati positivi o siete certi di aver trasportato un positivo. Anche se avete sempre tenuto la mascherina: meglio un’igienizzazione in più, ma poter dormire sonni tranquilli, non vi pare?

In tutti gli altri casi, però, è bene pulire con maggiore frequenza l’auto, magari passando una spugna e del detergente più sovente rispetto al solito. L’auto vi ringrazierà.

Come igienizzare l’auto

Nei normali centri dove solitamente si porta l’auto a pulire, con la formula “servito” (così mentre loro lavano la nostra macchina, possiamo dedicare un po’ di tempo a noi stesse), ci sono anche dei programmi di igienizzazione dei mezzi di trasporto. Forse per una corretta sanificazione e igienizzazione è meglio rivolgersi a dei professionisti. Con il fai da te si rischia di non avere i risultati sperati.

Però possiamo provarci, con i giusti prodotti che possiamo trovare in commercio e che devono essere lasciati sulle superfici per qualche minuto, prima di passare una spugna. Così avranno tempo di agire. Potete usare detergenti a base di alcol e disinfettanti. Vanno bene anche il cloro e la candeggina: ma nel primo caso evitate concentrazioni di cloro attivo superiori allo 0,1% e candeggina non adeguatamente diluita. Potreste anche rovinare l’auto.

L’igienizzazione deve iniziare ovviamente dalle parti del veicolo che tocchiamo con più frequenza, come il volante, la leva del cambio, l’autoradio, la portiera, i sedili. E poi continuate con tutto il resto, agendo con cura e non avendo paura di sfregare e usare i detergenti.

E ricordatevi, se decidete di igienizzare l’auto da sole, indossate sempre guanti e mascherina. Che poi andranno gettati in un sacchetto chiuso nel bidone dell’indifferenziata. Insieme al panno usato, ovviamente. E infine lavatevi comunque le mani.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Auto Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Interview : Nick Van Woert, 2011