Meglio shatush o colpi di sole per un colore di capelli estivo?

Meglio shatush o colpi di sole? E quindi, meglio un effetto degradé sui capelli o un biondo omogeneo con qualche ciocca di luce? Vediamo le differenze fra i due metodi più richiesti per schiarire la chioma in estate.

Oltre a pratici e freschi tagli di capelli, le signore in estate chiedono anche al proprio parrucchiere di fiducia dei colori solari, in linea con la stagione. E quindi, cosa c'è di meglio di colpi di sole e meches? Forse lo shatush, tecnica che da un paio di anni sta letteralmente spopolando fra le star e quindi anche fra noi comuni mortali. Ma vediamo più nello specifico questi metodi per poter scegliere quello più adatto alla nostra capigliatura.

Iniziamo con l'aprire qualche parentesi per spiegare in cosa si differenziano i colpi di sole dallo statush. Quest'ultimo, anche detto hombre hair, è un metodo di decolorazione che parte all'incirca da metà lunghezza, insistendo sulle punte e degradando verso la tonalità naturale più scura del capello alla radice. Per farlo i capelli vanno cotonati e poi schiariti con il decolorante e un apposito spazzolino. L'effetto finale è di punte molto chiare che scuriscono di tono man mano che si sale (come Drew Barrymore a sin in copertina). Appassionata di questo stile è la bella Belen Rodriguez, che ha quasi sempre un bel color cioccolato con statush caramello sui capelli.

Diversi sono i colpi di sole (un esempio è la foto della cantante Ciara a dex in copertina), per cui si scelgono delle ciocche di capelli e le si decolora dalla radice fino alla punta, aggiungendo eventualmente in ultimo anche la tinta e precisamente quella più vicina al tono su tono. Ancora differenti sono invece le meches, che non prevedono l'ultimo passaggio di colorazione ma unicamente quello di schiaritura. Entrambi i metodi prevedono l'utilizzo di acqua ossigenata, decolorante e ore di posa con i capelli attorcigliati nella carta stagnola.

Fra statush e colpi di sole, certamente il primo è meno aggressivo sui capelli rispetto al secondo, ma quanto a naturalezza del risultato bisogna dire che il tono su tono dei colpi di sole dona un effetto molto simile alla normale schiaritura che otterremmo alla fine di una stagione balneare. Non solo, lo shatush esige anche una certa cura, in quanto una decolorazione troppo accentuata o fatta male può farci sembrare vittime della ricrescita più scura, anziché signorine alla moda che hanno copiato il look della Aniston o della Lopez.

Il consiglio è certamente quello di consultarsi prima con il parrucchiere in modo da scegliere il colore anche in base ad un eventuale taglio (l'hombre hair non è adatto ad esempio ai tagli troppo corti). Un professionista saprà mettere mano in modo sapiente e vi saprà consigliare il metodo migliore per dare luce alla chioma nel modo migliore possibile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail