I benefici delle spezie per l'alimentazione sana

Non ci si pensa, ma anche le spezie che usiamo in cucina per insaporire i nostri piatti possono essere estremamente benefiche per la nostra salute. Scopriamo la proprietà di quelle più comuni


Le spezie sono un dono prezioso della natura per il nostro benessere, oltre che un complemento importante per la preparazione delle nostre ricette di cucina. I benefici di radici, semi, polveri dall'aroma intenso e dai colori caldi, sono tantissimi, e naturalmente variano a seconda del tipo di spezia che adoperiamo.

Curcuma, pepe, zafferano, chiodi di garofano, noce moscata... quante ne usiamo comunemente senza neppure sapere quanto siano salutari per noi, guidate unicamente dal nostro gusto e dal piacere che ne ricaviamo al palato? E peggio sarebbe non usarle neppure, magari pensando (erroneamente), che siano dannose, che ci facciano male.

In realtà le spezie e le loro virtù sono note fin dalla notte dei tempi, perché venivano adoperate nei paesi caldi non solo per insaporire i piatti, ma per conservarli e per facilitare la digestione. Sono tante le spezie con potere antimicrobico, in grado di "disinfettare" i cibi e impedire il proliferare di germi. Vediamo quali sono le qualità salutari dei alcune delle spezie che più comunemente troviamo nelle nostre cucine.


  • Cannella: ottima nei dolci, questa spezia dal profumo inebriante ha proprietà antibatteriche, digestive, ci aiuta a combattere l'alito cattivo e abbassa il livello di glicemia nel sangue

  • Zenzero: questa spezia piccante è una radice che possiamo usare fresca (da grattugiare), o secca in polvere. E' digestiva, riduce il meteorismo grazie alle sue virtù carminative ed è un ottimo rimedio naturale contro la nausea
  • Zafferano: splendida spezia coltivata in Italia soprattutto in Abruzzo e Sardegna, è usatissima in cucina e ingrediente fondamentale per la preparazione del classico risotto alla milanese. Oltre ad essere un colorante naturale straordinario, lo zafferano ha proprietà antiossidanti notevoli, di cui beneficiano sia l'attività cerebrale e l'umore. Lo zafferano, inoltre, sembra efficace anche per contrastare i disturbi della sindrome premestruale


  • Chiodi di garofano: eccellenti analgesici e antibatterici, i chiodi di garofano vengono usati anche per la conservazione dei legumi secchi, dato che impediscono la proliferazione dei microrganismi
  • Curcuma: è un potente antiossidante ed è considerata una spezia con notevoli virtù antinfiammatorie e anti-tumorali


  • Pepe nero e bianco. Usati in modica quantità grazie al loro contenuto in piperina, hanno effetti dimagranti e stimolanti della digestione. Inoltre sono antibatterici eccezionali

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail