Per struccare il viso meglio i dischetti o l'ovatta?

Per struccarsi è meglio scegliere i dischetti per il viso oppure i batuffoli d'ovatta? Ecco alcune preziose indicazioni

Dischetti

Ogni sera ci accingiamo a rimuovere il trucco per avere una pelle pulita e idratata, pronta per il giorno dopo, ma che cosa è meglio utilizzare per struccarsi in maniera efficiente e adeguata? In questo post vi parleremo dei dischetti per il viso e di quali sia meglio utilizzare tra classico dischetto in cotone idrofilo oppure batuffoli di ovatta.

Esistono tante alternative per pulire il viso che non richiedono l’utilizzo di dischetti, come ad esempio le salviettine struccanti, ma qualora aveste deciso di struccarvi con latte detergente, prodotti bifasici e quant’altro, dovreste sapere che cosa scegliere.

Parliamo dei batuffoli di ovatta: è vero, sono piuttosto morbidi e piacevoli al tatto, ma ne vengono sprecati in quantità veramente eccessiva per una sola sera, considerato anche il fatto che lasciano pelucchi qua e là, decisamente fastidiosi. Anche per quanto riguarda il cotone abbiamo più o meno le stesse considerazioni, poiché si spreca tanto prodotto per rimuovere il trucco.

I dischetti vengono quindi preferiti ai batuffoli di ovatta e di cotone, anche se sono realizzati esattamente con gli stessi materiali, ovvero il cotone idrofilo: ma allora perché preferirli? Sono decisamente molto più grandi e aderiscono in maniera più efficace al viso. Cosa non meno importante: grazie al suo spessore, decisamente sottile, si inzuppa prima dei batuffoli e si eviterà lo spreco inutile degli struccanti.

Ricordate di utilizzare i dischetti per il viso con delicatezza, senza premere troppo sulla pelle e senza esagerare con latte detergente, tonici e altri prodotti. L’unico consiglio che ci sentiamo di fornire è di struccarsi con movimenti delicati e rotatori, in modo da favorire la circolazione.

Foto | Patti Beadles su Pinterest

  • shares
  • Mail