Gelo di mandarino, la ricetta siciliana di Pino Cuttaia

Il gelo di mandarino è un dolce siciliano tipico delle stagioni più fredde: ecco come farlo in casa con una ricetta d’eccezione, quella di Pino Cuttaia.

Probabilmente meno famoso di quello di melone, il gelo di mandarino è una ricetta siciliana tra le più semplici, eppure tra le più golose. Quella che ti proponiamo oggi è la versione dello chef stellato Pino Cuttaia. Una versione che, nonostante “stellata” possono preparare tutti.

Il gelo di mandarino è un dolce al cucchiaio dalla consistenza liscia e dal sapore delicato. E’ un dessert leggero che può concludere al meglio ogni menù autunnale ed invernale, periodi nei quali si consuma diffusamente in Sicilia. Ma si può usare anche come ripieno di una crostata. La ricetta è naturalmente senza uova, senza latte e senza glutine: si presta ai vegani e agli intolleranti, nonché a chi è a dieta.

La ricetta del gelo di mandarino di Pino Cuttaia

Prima di iniziare, vogliamo darti qualche dritta. Innanzitutto, scegli dei mandarini non trattati chimicamente. Quindi, inizia la preparazione con anticipo in quanto il dolce, una volta pronto, deve essere conservato in frigorifero per il tempo necessario a rassodarsi. Ricordati che va servito freddo optando per una presentazione a piacere anche, perché no, all’interno di una scorza di arancia svuotata.

Gelo di mandarino, la ricetta siciliana di Pino Cuttaia

Ingredienti del gelo di mandarino

  • 500 gr di succo di mandarino
  • 150 gr di zucchero
  • 8 gr di colla di pesce in fogli

Per guarnire

  • scorza grattugiata di un limone
  • pistacchi o mandorle

Preparazione del gelo di mandarino

Metti la colla di pesce a bagno in acqua fredda per almeno 10 minuti o fino a quando diventa morbida. Versa il succo di mandarino, dopo averlo accuratamente filtrato, in una casseruola. Unisci nella stessa lo zucchero e la colla di pesce strizzata. Accendi la fiamma e porta ad una temperatura di circa 60°C. Continua a mescolare fino a quando la colla di pesce si sarà completamente amalgamata. Versa quanto ottenuto negli appositi stampini monoporzione (andranno bene quelli da budino, meglio se in silicone) quindi fai riposare in frigorifero per almeno 4-5 ore.

Consigli

Per una presentazione impeccabile, ti consigliamo di porre al centro del piatto la buccia grattugiata di limone, i pistacchi o le mandorle tritati e, sopra, il gelo posizionato con delicatezza. Data la semplicità del dessert, le materie prime dovranno essere freschissime. Ci riferiamo ai mandarini, che dovrebbero essere appena raccolti.

La ricetta tradizionale del gelo di mandarino fatto in casa prevede solitamente l’amido al posto della colla di pesce utilizzata dallo chef. Il procedimento è pressoché identico, nel caso in cui tu voglia cimentarti in questa versione più casalinga del dolce. Per una versione più light, puoi preparare il gelo eliminando completamente lo zucchero. Il risultato sarà altrettanto gradevole al palato, anche se un po’ meno dolce.

Per regalare una nota aspra, puoi unire poco succo di limone, ma senza esagerare in modo che il dolce non abbia un retrogusto troppo intenso. La dose di zucchero, infine, è regolabile in base alle proprie preferenze. Aumentala o diminuiscila a piacere.

Conservazione

Il gelo di mandarino si conserva in frigo per due o tre giorni, coperto con della pellicola trasparente per alimenti, ad una temperatura di 8–10°C.

Foto di Nicky Girly da Pixabay e di AngelaL_17 da Pixabay