Il peeling per i gomiti ruvidi per avere braccia morbide

Una pelle delle braccia liscia e morbida è senza dubbio un elemento di grande seduzione, ma cosa accade se i nostri gomiti sono, invece, ruvidi come carta vetrata? Quello che ci vuole è un buon peeling!


Un buon peeling per eliminare le cellule morte a ammorbidire la pelle è indispensabile quando i nostri gomiti diventano ruvidi e raggrinziti. Purtroppo capita spesso, si tratta di una parte del corpo che proprio per la sua funzione e posizione, non solo viene sottoposta a sollecitazioni e può subire colpi, ma dovendosi "poggiare" su superfici diverse, senza adeguate cure può subire abrasioni e screpolarsi facilmente.

La pelle dei gomiti è infatti più spessa rispetto alla restante epidermide delle nostre braccia, e sovente si caratterizza per una consistenza simile alla "carta vetrata", non esattamente piacevole da toccare.

Per questo dovremmo dedicare ai nostri gomiti speciali cure in modo da renderli morbidi e lisci come quelli di un bambino ( o quasi) e uniformarli alla cute della braccia. La prima operazione di bellezza è, naturalmente, un buon peeling, o esfoliante, che ha lo scopo di liberare il gomito dello strato di cute morta e ispessita che lo appesantisce e permettere all'epidermide "nuova" di sostituirlo. Ecco come preparare un buon scrub casalingo per ammorbidire la pelle dei gomiti.

Vi servono un po' di latte, un uovo, succo di limone, zafferano in polvere e dell'hennè neutro oppure anche semplice farina. Mescolate tutti gli ingredienti creando un amalgama compatto e applicate sui gomiti. Lasciate agire per qualche minuto (5 andranno benissimo), quindi strofinate avanti e indietro il composto, ormai asciutto, finché da solo non si staccherà dalla pelle sbriciolandosi. Sciacquate con acqua tiepida e per completate l'opera immergete i gomiti per qualche minuto in due coppette con dell'olio di mandorle dolci. Avrete delle braccia meravigliose con gomiti setosi e perfettamente lisci.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail